Connect with us

Benessere

DOC: Quando le ossessioni diventano un incubo senza fine!

È una malattia seria. Riconoscere i primi segni e sintomi del Disturbo Ossessivo-Compulsivo è fondamentale per intervenire subito e migliorare la qualità della vita di chi ne è affetto. Se sospetti di avere sintomi del DOC, consulta subito uno specialista.

Avatar photo

Pubblicato

il

    Cos’è e come si manifesta
    Si chiama DOC in termini medici, il Disturbo Ossessivo-Compulsivo. È una condizione psichiatrica caratterizzata dalla presenza di ossessioni e compulsioni che possono interferire significativamente con la vita quotidiana di chi ne soffre.
    Le ossessioni sono pensieri, immagini o impulsi ricorrenti e indesiderati, mentre le compulsioni sono comportamenti ripetitivi o azioni mentali che una persona si sente obbligata a compiere per ridurre l’ansia provocata dalle ossessioni.

    Primi segni e sintomi
    Ossessioni. I sintomi iniziali spesso si manifestano con ossessioni che possono includere paure eccessive di contaminazione, preoccupazioni per l’ordine e la simmetria, pensieri aggressivi o intrusivi riguardo a danni che potrebbero essere inflitti a sé stessi o agli altri. Questi pensieri sono persistenti e causano notevole disagio.

    Compulsioni. Per cercare di gestire l’ansia causata dalle ossessioni, una persona con DOC può sviluppare comportamenti compulsivi come lavarsi le mani ripetutamente, controllare continuamente che porte e finestre siano chiuse, contare oggetti o ripetere parole specifiche. Questi rituali sono spesso eseguiti secondo regole precise e rigide.

    Interferenza nella Vita Quotidiana. Un segnale precoce di DOC è l’incapacità di svolgere normalmente le attività quotidiane a causa del tempo e dello sforzo dedicati alle compulsioni. Ciò può portare a difficoltà significative sul lavoro, a scuola e nelle relazioni interpersonali.

    Diagnosi e trattamento. La diagnosi di DOC viene solitamente effettuata da un professionista della salute mentale attraverso una valutazione clinica che include l’osservazione dei sintomi e il loro impatto sulla vita del paziente. I trattamenti efficaci includono la terapia cognitivo-comportamentale e farmaci come gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

    Ecco alcuni esempi comuni di come si presenta questo disturbo.

    Bisogno di simmetria e ordine. Preoccupazione estrema per l’ordine, la simmetria o la disposizione esatta degli oggetti. Necessità di allineare perfettamente oggetti o di disporli in un ordine specifico.

    Compulsioni Comuni: Lavaggio e Pulizia. Lavarsi le mani ripetutamente e per periodi prolungati, spesso fino a irritare la pelle.Pulire e disinfettare oggetti o superfici in modo eccessivo. Controllo Ripetitivo: Controllare ripetutamente che porte, finestre, elettrodomestici siano chiusi o spenti. Verificare molte volte di aver completato correttamente compiti quotidiani. Rituali Mentali: Ripetere mentalmente parole, frasi o preghiere per ridurre l’ansia provocata dalle ossessioni.  Contare o eseguire calcoli mentali in modo compulsivo.

    Rituali di Ordinamento e Simmetria: Organizzare oggetti in modo preciso e simmetrico, spendendo molto tempo a farlo. Riordinare continuamente oggetti fino a quando non sembrano “giusti”.

    Rassicurazioni Ripetitive: Chiedere continuamente conferme agli altri per ridurre l’ansia legata ai dubbi e alle preoccupazioni ossessive. Ripetere le proprie azioni fino a sentirsi sicuri che siano state eseguite correttamente.

    Questi esempi illustrano come il DOC possa manifestarsi in modi vari e debilitanti, interferendo significativamente con la vita quotidiana delle persone. Se riconosci uno o più di questi comportamenti in te stesso o in qualcuno che conosci, è importante cercare aiuto da un professionista della salute mentale per una valutazione e un trattamento appropriati.

      SEGUICI SU INSTAGRAM @INSTAGRAM.COM/LACITY_MAGAZINE

      Beauty

      Dal fondo del mare alla nostra tavola, le alghe della salute

      Le alghe commestibili, spesso associate alla cucina giapponese, offrono un mondo di sapori e benefici per la salute che vanno oltre il sushi. Conosciute per le loro proprietà depurative e nutrienti, queste piante marine sono una risorsa preziosa, anche se non così diffuse nella cultura alimentare occidentale.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        Le alghe commestibili, con la loro vasta gamma di varietà e benefici per la salute, stanno guadagnando sempre più popolarità anche al di fuori dei ristoranti giapponesi. Questi organismi marini, spesso trascurati nella cultura alimentare occidentale, offrono un’abbondanza di sapori e proprietà nutrienti che li rendono una risorsa preziosa per una dieta equilibrata e salutare.

        Agar Agar – Il gelificante nutriente

        L’agar agar, noto anche come Kanten in Giappone, è un gelificante derivato da alcune alghe commestibili. Utilizzato ampiamente nell’industria alimentare per la sua capacità di gelificare, l’agar agar è anche apprezzato per le sue proprietà nutrienti. Ricco di sali minerali e fibre dietetiche, questo gelificante è leggermente lassativo e può aiutare a ridurre il senso di fame, contribuendo così a una gestione del peso più efficace. Spesso impiegato nella preparazione di piatti estivi giapponesi come il Tokoroten e i Yokan, l’agar agar aggiunge una consistenza unica e benefici nutrizionali ai pasti.

        Kombu – L’alleato della circolazione e della digestione

        L’alga kombu, con il suo caratteristico colore marrone scuro, è rinomata per le sue proprietà benefiche sulla circolazione sanguigna e la digestione. Ricca di potassio e fosforo, questa alga è ideale per rafforzare il sistema immunitario e favorire il drenaggio dei liquidi. Il consumo regolare di kombu può migliorare il processo digestivo, prevenire la stitichezza e supportare una circolazione sanguigna ottimale. Utilizzato principalmente nella preparazione di zuppe e minestre, il kombu aggiunge non solo gusto, ma anche una dose extra di salute ai piatti.

        Nori – Il tesoro del Sushi

        Forse una delle alghe più conosciute al di fuori del Giappone, il nori è ampiamente utilizzato nella preparazione del sushi. Questa alga rossa è una fonte ricca di vitamine A e B12, proteine e acidi grassi essenziali. Oltre a conferire un sapore unico ai rotolini di sushi, il nori ha proprietà antianemiche, tonificanti e anti-age. Supporta l’equilibrio del colesterolo e della glicemia, contribuendo al benessere intestinale e alla salute generale dell’organismo.

        Wakame – Il segreto della tiroide e del metabolismo

        Molto diffusa nella cucina giapponese, la wakame è conosciuta per il suo alto contenuto di vitamine, proteine e sali minerali, in particolare iodio, calcio, magnesio e ferro. Grazie alla presenza di iodio, l’algua wakame è consigliata per riequilibrare l’attività della tiroide, aumentare il metabolismo e sostenere il benessere generale. Utilizzata principalmente nella preparazione della zuppa di miso e di altre pietanze, la wakame è una scelta nutriente e deliziosa per arricchire la propria dieta.

        Spirulina – La Regina delle Alghe Azzurre: La spirulina, appartenente alla famiglia delle alghe azzurre, è un superfood rinomato per la sua eccezionale concentrazione di nutrienti. Di colore verde scuro grazie al suo contenuto di clorofilla, la spirulina è ricca di proteine, aminoacidi essenziali e grassi salutari. Con una predominanza degli omega-6 rispetto agli omega-3 e una elevata quantità di acido gamma linolenico, la spirulina supporta i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, contribuendo alla salute cardiovascolare e al benessere generale.

        Hijiki – Il fortificante naturale

        L’hijiki, un’alga dalle foglie cilindriche, nere e robuste, è una fonte straordinaria di calcio, potassio e ferro. Questa alga, con il suo sapore deciso e i suoi grandi pregi nutritivi, è particolarmente apprezzata per le sue proprietà tonificanti e purificanti. Consumata principalmente saltata in padella o immersa in pastella e fritta, l’hijiki è una scelta gustosa e nutriente per arricchire la propria alimentazione e migliorare la salute generale.

          Continua a leggere

          Benessere

          Astroyoga: tutti gli esercizi per ogni segno!

          Scopri AstroYoga, la pratica che unisce l’astrologia allo yoga per creare una routine personalizzata basata sul tuo segno zodiacale. Esplora come gli aspetti dello yoga possono essere adattati alle energie e alle caratteristiche di ciascun segno per raggiungere equilibrio e armonia.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Mentre l’astrologia si concentra sullo studio degli influssi astrali e delle configurazioni celesti per comprendere la personalità e il destino di una persona, lo yoga è un antico sistema di filosofia che mira a raggiungere l’armonia e l’equilibrio tra corpo, mente e spirito. Ma esploriamo un collegamento immaginario tra lo yoga e l’astrologia, associato allo zodiaco in base alle caratteristiche tipiche di ciascun segno.

            AstroYoga in poche parole
            E’ il termine che indica la pratica dello yoga influenzata dall’astrologia, combinando elementi di entrambe le discipline per creare una pratica personalizzata basata sul segno zodiacale di una persona. In questa pratica ipotetica, potresti adattare gli aspetti dello yoga, come gli stili di yoga, le posizioni (asana), le sequenze e le pratiche di meditazione, in base alle caratteristiche e alle energie associate a ciascun segno zodiacale.

            Quali esercizi sono adatti a te
            Ad esempio, un praticante di AstroYoga potrebbe essere incoraggiato a praticare stili di yoga che si allineano con le qualità del loro segno zodiacale, o potrebbero concentrarsi su specifiche posizioni o sequenze che aiutano a bilanciare le energie astrologiche associate al loro segno.

            È di moda l’AstroYoga
            L’astrologia è vista da molti come una disciplina pseudoscientifica e non necessariamente in linea con i principi dello yoga tradizionale, che si concentra sull’esperienza individuale, sulla consapevolezza e sull’equilibrio interiore piuttosto che sull’oroscopo o sulle influenze astrali.

            Segno per segno, serie dopo serie
            Sebbene possa essere interessante esplorare connessioni tra astrologia e yoga per scopi di auto-esplorazione e introspezione personale, è importante mantenere un approccio consapevole e rispettoso delle proprie esigenze e preferenze individuali.

            Ariete
            Lo yoga dinamico e energico come l’Ashtanga o il Power Yoga potrebbe essere adatto a un Ariete, poiché corrisponde alla loro natura intraprendente e attiva.

            Toro
            Lo yoga lento e centrato come lo Yin Yoga potrebbe essere benefico per i nati sotto il segno del Toro, poiché favorisce la pazienza e la stabilità.

            Gemelli
            Uno stile di yoga che coinvolge la varietà e la stimolazione mentale, come il Vinyasa Flow, potrebbe essere adatto ai Gemelli, che amano la diversità e l’adattabilità.

            Cancro
            Lo yoga che enfatizza la connessione emotiva e la cura di sé, come lo Hatha Yoga o lo Yoga Restorativo, potrebbe essere favorevole per i Cancro, che sono spesso sensibili e attenti alle emozioni.

            Leone
            Lo yoga che enfatizza il potere e la forza interiore, come lo Yoga Kundalini o lo Yoga Bikram, potrebbe essere adatto ai Leone, che spesso cercano di distinguersi e brillare.

            Vergine
            Lo yoga che promuove l’attenzione ai dettagli e la precisione, come lo Iyengar Yoga, potrebbe essere benefico per le Vergine, che sono spesso meticolose e pratiche.


            Bilancia
            Lo yoga che enfatizza l’equilibrio e l’armonia, come lo Yoga Vinyasa Flow o lo Yoga Hatha, potrebbe essere adatto alle Bilance, che cercano spesso l’equilibrio nella vita.


            Scorpione
            Uno stile di yoga che incoraggia l’autoindagine e la trasformazione, come lo Yoga Kundalini o lo Yoga Yin, potrebbe essere adatto agli Scorpioni, che sono spesso profondi e intensi.


            Sagittario
            Lo yoga avventuroso e esplorativo, come lo Yoga Acro o lo Yoga Ashtanga, potrebbe essere benefico per i Sagittari, che amano l’avventura e l’esplorazione.


            Capricorno
            Lo yoga che enfatizza la disciplina e il perseguimento degli obiettivi, come lo Yoga Hatha o lo Yoga Bikram, potrebbe essere adatto ai Capricorni, che sono spesso ambiziosi e determinati.


            Acquario
            Uno stile di yoga che incoraggia la creatività e l’innovazione, come lo Yoga Kundalini o lo Yoga Vinyasa Flow, potrebbe essere favorevole agli Acquario, che sono spesso progressisti e originali.

            Pesci
            Lo yoga che enfatizza la connessione spirituale e l’intuizione, come lo Yoga Bhakti o lo Yoga Yin, potrebbe essere benefico per i Pesci, che sono spesso sensibili e spirituali.

              Continua a leggere

              Benessere

              Ormoni dell’amore: I segreti per raggiungere la gioia assoluta!

              Stimolare la produzione di ormoni come le endorfine, la serotonina, l’ossitocina e la dopamina, può essere un modo efficace per creare il benessere emotivo e raggiungere il massimo della gioia. Incorporare attività che favoriscano il rilascio di questi ormoni nella nostra routine quotidiana, può essere un passo importante verso una vita più felice e appagante.

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                La felicità è uno stato desiderato da tutti, ma spesso può sembrare fugace o difficile da raggiungere. Tuttavia, ci sono ormoni nel nostro corpo che possono svolgere un ruolo fondamentale nel promuovere il benessere emotivo e aiutarci a raggiungere il massimo della gioia. Tra questi ormoni ci sono le endorfine, la serotonina e altri ancora, che possono essere stimolati per favorire la sensazione di felicità e benessere.

                Le endorfine, spesso chiamate “ormoni della felicità“, sono prodotte dal cervello e rilasciate durante l’esercizio fisico, l’eccitazione e il ridere. Queste sostanze chimiche hanno un effetto analgesico e possono indurre una sensazione di euforia e benessere generale. Stimolare la produzione di endorfine attraverso l’attività fisica, come una corsa o una sessione di allenamento, può aiutare a migliorare l’umore e ridurre lo stress.

                La serotonina è un altro importante neurotrasmettitore che influisce sul nostro umore e sul senso di felicità. Livelli adeguati di serotonina nel cervello sono associati a una maggiore sensazione di felicità, calma e benessere. Alcuni modi per aumentare i livelli di serotonina includono l’esposizione alla luce solare, l’esercizio fisico regolare, una dieta ricca di triptofano (un precursore della serotonina) e la pratica di tecniche di rilassamento come la meditazione e lo yoga.

                Oltre alle endorfine e alla serotonina, ci sono altri ormoni e sostanze chimiche nel corpo che possono influenzare il nostro umore e la nostra felicità. Ad esempio, l’ossitocina, conosciuta anche come “ormone dell’amore”, è associata ai legami sociali e alla sensazione di connessione emotiva con gli altri. L’ossitocina viene rilasciata durante l’abbraccio, il contatto fisico e l’intimità, e può contribuire a promuovere sentimenti di calma e fiducia.

                Inoltre, la dopamina è un altro neurotrasmettitore che svolge un ruolo chiave nella regolazione dell’umore e della motivazione. Livelli ottimali di dopamina sono associati a una sensazione di piacere, gratificazione e motivazione. Attività come raggiungere obiettivi, sperimentare nuove esperienze e ricevere ricompense possono aumentare i livelli di dopamina nel cervello, contribuendo così alla sensazione di felicità e soddisfazione.

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù