Connect with us

Cucina

Frittata a portafoglio: Chiudi e mangia, è un affare!

La tecnica di piegare la frittata a metà durante la cottura, per creare la forma a portafoglio, si utilizza anche per sigillare meglio gli ingredienti all’interno e a evitare che si disperdano durante la cottura.

Avatar photo

Pubblicato

il

    La forma a portafoglio rende più facile da trasportare e servire la frittata picnic, ad esempio, e gustarla specialmente in occasioni in cui la convenienza è importante.

    Oggi, è ampiamente apprezzata in tutto il mondo e viene preparata in molte varianti, utilizzando una vasta ingredienti freschi come le verdure e sapore delizioso con formaggi e salumi.

    Frittatine con spinaci e formaggio filante

    Ingredienti per 4 frittatine a portafoglio
    6 uova
    300 g di spinaci già cotti e strizzati
    2 mozzarelle sfilacciate  
    5 cucchiai di formaggio pecorino romano
    Sale e pepe q.b.
    Olio extravergine d’oliva q.b.

    Preparazione
    In una ciotola, sbatti le uova con una presa di sale e pepe, unisci gli spinaci, il formaggio e la mozzarella sfilacciata, mescola bene. Scalda poco olio in una padella e versa un quarto di composto e cuoci la prima frittatina a fuoco basso per circa 5-6 minuti.

    Con l’aiuto di una spatola, piega la frittata formando una mezza luna. Continua a cuocerla per alcuni minuti, finché il formaggio inizia a fondersi e la parte inferiore è dorata.
    Con una spatola, gira delicatamente la frittata e cuoci per altri 2-3 minuti dall’altro lato, fino a quando è completamente cotta.

    Trasferisci la prima frittata su un piatto da portata, mentre ripeti la stessa cosa con il resto del composto. Una volta realizzate le restanti 4 a portafoglio, servi subito in tavola.

      Cucina

      Infinito Mediterraneo: pappardelle ai due pomodori

      Con la combinazione di pomodorini secchi e freschi viene fuori un delizioso sugo, un omaggio alla ricchezza dei sapori che offre anche un’esperienza gustativa unica. Utilizza la salsa anche come base per una pizza gourmet, aggiungendo mozzarella e basilico freschi.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        Il sugo con pomodorini secchi e freschi trae ispirazione dalle tradizioni culinarie delle nostre regioni centro-sud dove i pomodori sono un elemento fondamentale della cucina locale. L’utilizzo dei pomodorini secchi, dal sapore dolce e intenso, si sposa armoniosamente con la freschezza e la vivacità dei pomodorini freschi, creando un equilibrio perfetto con la combinazione di acidità e freschezza, per volare direttamente sulle coste soleggiate del sud Italia, dove la cucina è una celebrazione del buon vivere.

        Pomodorini datterino e pomodorini secchi sott’olio

        Pappardelle ai due pomodori
        240 g di pappardelle secche bianche
        30 pomodorini qualità datterino
        6 pomodorini secchi sott’olio
        1 spicchio di aglio in camicia
        Basilico fresco q.b.
        Olio extravergine d’oliva q.b.
        Sale e pepe q.b

        In una padella fonda metti l’olio con l’aglio in camicia e i pomodorini secchi tritati. A fiamma bassa lascia insaporire per 4 minuti, poi aggiungi i datterino tagliuzzati e il basilico.

        Regola di sale, pepe e lascia sul fuoco circa 10 minuti, aggiungendo man mano un pochino di acqua all’occorrenza, per aiutare a restringere il sughetto. Elimina l’aglio.

        Nel frattempo, porta a ebollizione una pentola con dell’acqua salata, lessa le pappardelle e scolale piuttosto al dente, poi trasferiscile in padella, mescola a fuoco spento, infine lascia riposare 2 minuti, poi servi caldo con foglie di basilico fresco.

          Continua a leggere

          Cucina

          Immagini di una tavola estiva: teglia di verdure filanti!

          Le verdure con formaggio possono essere gustate calde con del pane croccante o fredde per farcire focaccine bianche. Ed ecco servita l’importanza della cucina comfort e del cibo buono della cultura italiana.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Le verdure con formaggio filante è un piatto combinato perfetta tra la freschezza delle verdure e il sapore irresistibile del formaggio fuso. Anche se non c’è storia specifica della preparazione, possiamo dire che si ispira alla tradizione culinaria di numerose culture in tutto il mondo e che hanno da sempre apprezzato l’abbinamento tra verdure e formaggio.
            Sia che vengano preparate come contorno leggero sia come piatto principale sostanzioso, le verdure con uno strato di formaggio filante sono una festa che continua a deliziare e soddisfare le tavole di tutto il mondo.

            Teglia filante di pomodori e zucchine

            Ingredienti per 4 porzioni
            4 zucchine medie
            20 pomodorini gialli e rossi
            200 g di fontina
            Olio extravergine di olive q.b.
            1 spicchio di aglio in camicia
            Sale e pepe q.b.
            Prezzemolo q.b.

            Procedimento
            Taglia le zucchine a fette sottili e dividi di pomodorini a metà, metti tutto in una padella e lascia appassire per 10 minuti con olio, prezzemolo, sale, pepe e l’aglio.

            Togli dal fuoco e trasferisci le verdure in una teglia, disponi sopra il formaggio fontina e inforna a 170 gradi per 20 minuti, o fino a quando il formaggio è completamente fuso e dorato in superficie.

            Una volta cotta, togli la teglia dal forno e lasciala raffreddare leggermente per alcuni minuti. Prima di servire, guarnisci la teglia filante di pomodori e zucchine con prezzemolo fresco o altre erbe aromatiche a piacere.

              Continua a leggere

              Cucina

              Zucchine ripiene: L’ortaggio che si traveste da barchetta!

              L’arte di farcire le verdure era già diffusa tra gli antichi Romani e Greci. Ma è nell’Italia meridionale che le zucchine ripiene hanno trovato terreno fertile per svilupparsi e diventare un piatto distintivo.

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                La preparazione delle zucchine richiede un po’ di pazienza e cura, ma il risultato finale ne vale sicuramente la pena. Le zucchine vengono svuotate delicatamente e poi riempite con un ripieno gustoso, che può includere una varietà di ingredienti come carne macinata, riso, formaggio, erbe aromatiche e spezie. Una volta farcite, le zucchine vengono cotte al forno o stufate in un sugo ricco di pomodoro, creando un piatto che sprigiona profumi irresistibili e sapori accattivanti. Insomma, sbizzarriamoci con i gusti!

                Zucchine ripiene al formaggio e olive nere

                Ingredienti per 4-6 persone
                4 zucchine medie (chiare o scure)
                300 g di scamorza affumicata
                250 g di olive nere denocciolate tagliate a rondelle
                1 cipollotto bianco tritato
                Olio extravergine di oliva q.b.
                Sale e pepe q.b.
                Basilico fresco q.b.
                Grana grattugiato q.b.

                Procedimento
                Taglia le zucchine a metà nel senso della lunghezza e svuotale delicatamente, metti la polpa
                in una padella con olio e cipollotto e fai soffriggere fino a quando diventa morbida e dorata.

                Aggiungi le olive nere, la scamorza tagliuzzata, il basilico e mescola bene. Continua a cuocere per altri 2-3 minuti, fino a quando il formaggio inizia a sciogliersi. Poi, togli dal fuoco.

                Regola di sale e pepe le barchette di zucchine, riempile con il composto, posizionale in una teglia foderata con carta forno, spargi grana grattugiato, condisci con un filo di olio e inforna per circa 25-30 minuti a 170 gradi ventilato, o fino a quando le zucchine diventeranno leggermente croccanti in superficie. Servi le zucchine calde o fredde.

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù