Connect with us

Cucina

La ricetta dei Maya e degli Aztechi: Smoothie ananas e panna!

Si dice che gli antichi Aztechi e i Maya mescolassero frutta con acqua o succo di frutta per creare bevande nutrienti e rinfrescanti. Erano spesso consumate durante rituali religiosi o come fonte di energia durante le battaglie.

Avatar photo

Pubblicato

il

    Il termine “smoothie” come lo conosciamo oggi è emerso negli anni ’60 e ’70, quando il concetto di alimentazione sana e naturale ha iniziato a guadagnare popolarità negli Stati Uniti. Gli smoothie sono diventati parte integrante della cultura della salute e del benessere, soprattutto nella regione della California, dove la ricerca di uno stile di vita attivo e sano era particolarmente diffusa.

    Smoothie ananas, panna e crumble

    Ingredienti per 2 smoothie
    Mezzo ananas fresco, tagliato a pezzetti
    1 yogurt greco intero bianco zuccherato
    1 bicchiere di latte di cocco
    2 cucchiai di panna fresca di latteria
    1 cucchiaio di zucchero semolato
    Ghiaccio q.b.
    Per decorare
    Panna montata zuccherata q.b.
    Crumble di biscotto q.b.

    Procedimento
    Inserisci tutti gli ingredienti nel frullatore: ananas, yogurt, latte di cocco, panna fresca, lo zucchero aggiungi 2 cubetti di ghiaccio e frulla fino a ottenere una consistenza liscia e cremosa.

    Versa lo smoothie nei bicchieri e guarnisci con panna montata e spargi del crumble di biscotto.

      SEGUICI SU INSTAGRAM @INSTAGRAM.COM/LACITY_MAGAZINE

      Cucina

      Uova in camicia semplici e regali!

      Le uova in camicia, con il loro tuorlo morbido avvolto da un delicato velo di albume, rappresentano un piatto semplice e raffinato. La loro storia affonda le radici in un passato lontano, intrecciandosi con diverse culture e tradizioni culinarie.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        L’origine del nome “uova in camicia” è incerta e avvolta nel fascino della leggenda. Un’ipotesi suggestiva la riconduce al periodo rinascimentale, quando le uova venivano cotte in acqua acidulata e poi servite su fette di pane tostato. La forma dell’albume che avvolgeva il tuorlo, simile a una camicia, avrebbe dato origine al nome. Altri studiosi ipotizzano invece un’origine francese. Il termine “en chemise” potrebbe infatti riferirsi al modo in cui l’uovo viene delicatamente adagiato nell’acqua bollente, quasi come se fosse avvolto in una camicia invisibile.

        Crostini di pane con salmone affumicato e uova in camicia

        Ingredienti per 4 crostini
        Per i crostini
        4 fette di pane casereccio (o pane a cassetta)
        1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
        Sale e pepe q.b.
        Per le uova in camicia
        4 uova fresche
        2 cucchiai di aceto di vino bianco
        1/2 cucchiaino di sale
        Acqua q.b.
        Per la farcitura
        100 g di salmone affumicato in fette
        Basilico fresco q.b.
        Pepe nero macinato q.b.
        Pomodorini q.b.

        Procedimento

        Tagliare il pane a fette spesse circa 1 cm. Disponile su una teglia da forno, irrora con l’olio e condisci con sale e pepe. Inforna a 180°C per circa 10 minuti, fino a doratura.

        Riempi una pentola con acqua e porta a bollore. Aggiungi l’aceto e il sale. Mescola delicatamente l’acqua con un cucchiaio creando un vortice. Rompi un uovo alla volta in una ciotola e, con un movimento rapido, fallo scivolare nel vortice di acqua bollente. Cuoci per circa 3-4 minuti, finché l’albume non sarà rappreso, ma il tuorlo ancora morbido. Solleva le uova con una schiumarola e scola delicatamente su carta assorbente.

        Adagia le fette di pane tostato su un piatto da portata. Distribuisci il salmone affumicato a fette. Posiziona un uovo in camicia su ogni crostino e completa con una spolverata di basilico, pomodorini e una macinata di pepe nero. Servi subito.

          Continua a leggere

          Cucina

          Golosamente dalla Calabria

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Si è svolta a Milano il 17 giugno 2024, nella splendida cornice dell’Hotel Melia, Golosaria Wine & Food Calabria Straordinaria, espressamente dedicata alla ricca terra di Calabria. Un’esposizione-evento che ha visto la partecipazione di 29 produttori di eccellenti specialità enogastronomiche calabre, con protagonista Sua Maestà il vino.

            Sotto un marchio prestigioso, quello di Golosaria

            Si è trattato di un’occasione preziosa per conoscere importanti prodotti grazie all’organizzazione di Golosaria che ha ricalcato, in piccolo, l’impostazione della più celebre manifestazione. Un evento che ha attirato sicuramente la popolosa comunità di calabresi a Milano ma anche tanti amanti di questa bella terra.

            Una coinvolgente esperienza di gusto

            Tra i tanti prodotti da degustare, anche la ricca enoteca calabra che ha proposto ben 35 etichette in degustazione, tra bianchi, rosati, rossi e passiti. Una grande varietà di eccellenze enologiche, su una delle quali vale la pena di isoffermarci in merito alla storia che la contraddistingue.

            Direttamente dalla costa degli Dei

            Abbiamo infatti incontrato Katia Rombolà delle omonime cantine Rombolà che ci ha proposto i suoi pregiati vini, frutto di una coltivazione biologica sulle colline che si affacciano sulla Costa degli Dei a Tropea. Il microclima eccellente crea l’ambiente ideale per una produzione di alta qualità. Un prodotto di una eccellenza che non ha nulla da invidiare ai più rinomati vini pregiati.
            È stata sicuramente una grande occasione per far conoscere i prodotti della nostra terra ma soprattutto della grande imprenditoria meridionale.

              Continua a leggere

              Cucina

              Tartare di salmone con avocado: una fresca ricetta estiva

              Questa tartare di salmone con avocado è un’ottima scelta per un antipasto elegante o un leggero piatto principale. La combinazione di sapori freschi e la ricchezza dei nutrienti la rendono una scelta perfetta per chi cerca un pasto salutare e delizioso durante l’estate.

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                La tartare di salmone con avocado è un piatto estivo perfetto, leggero e ricco di sapori freschi. Questa ricetta non solo delizia il palato, ma offre anche numerosi benefici nutrizionali. Il salmone è una fonte eccellente di proteine di alta qualità e acidi grassi omega-3, che sono essenziali per la salute del cuore. L’avocado, d’altra parte, è ricco di grassi monoinsaturi sani, fibre, vitamine e minerali. Insieme, questi ingredienti creano un piatto bilanciato, ideale per chi desidera mantenere una dieta sana e gustosa durante i mesi estivi.

                Ingredienti

                • 300 g di filetto di salmone fresco (assicurati che sia stato abbattuto per il consumo a crudo)
                • 2 avocado maturi
                • 1 cipollotto
                • 1 lime (succo e scorza)
                • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
                • Sale q.b.
                • Pepe nero q.b.
                • Semi di sesamo (opzionale)
                • Erba cipollina fresca (per guarnire)
                • Salsa di soia (opzionale, per un tocco di sapore extra)

                Preparazione

                1. Preparare il salmone: Taglia il filetto di salmone a cubetti piccoli e uniformi. Mettili in una ciotola capiente.
                2. Condire il salmone: Aggiungi il succo e la scorza di lime, l’olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e pepe nero al salmone. Mescola delicatamente per assicurarti che tutti i pezzi siano ben conditi. Copri la ciotola e lascia marinare in frigorifero per circa 15-20 minuti.
                3. Preparare l’avocado: Taglia gli avocado a metà, rimuovi il nocciolo e la buccia, quindi taglia la polpa a cubetti della stessa dimensione del salmone. Metti i cubetti di avocado in una ciotola separata.
                4. Condire l’avocado: Aggiungi un pizzico di sale e pepe all’avocado, mescolando delicatamente per non schiacciarlo.
                5. Assemblare la tartare: In un piatto da portata, disponi un coppapasta al centro (se disponibile). Metti uno strato di avocado alla base, premendo leggermente per compattare. Aggiungi poi uno strato di salmone marinate sopra l’avocado. Rimuovi delicatamente il coppapasta.
                6. Guarnire e servire: Guarnisci la tartare con cipollotto affettato finemente, semi di sesamo e erba cipollina tritata. Se desideri, puoi aggiungere un filo di salsa di soia per un sapore più intenso. Servi immediatamente.
                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù