Connect with us

Beauty

Tutti parlano di acido Ialuronico: ma cos’è veramente?

Avatar photo

Pubblicato

il

    Un ingrediente miracoloso nel mondo della bellezza

    Negli ultimi anni, l’acido ialuronico è diventato una parola d’ordine nel mondo della bellezza e della cura della pelle. Ma cos’è esattamente questo ingrediente miracoloso di cui tutti parlano? Scopriamolo insieme e vediamo perché è così amato da dermatologi e appassionati di skincare.

    Cosa dice la scienza?

    L’acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nel nostro corpo, in particolare nella pelle, negli occhi e nelle articolazioni. È una molecola in grado di trattenere fino a 1000 volte il suo peso in acqua, il che lo rende un eccellente idratante. Con l’età, la quantità di acido ialuronico nel nostro corpo diminuisce, contribuendo alla perdita di elasticità e idratazione della pelle.

    Come si produce l’acido ialuronico?

    L’acido ialuronico può essere prodotto in diversi modi, sia naturali che sintetici. Originariamente, veniva estratto da tessuti animali, ma con l’avanzare della tecnologia, si sono sviluppati metodi più efficienti ed etici per la sua produzione.

    Estrazione da tessuti animali

    Il metodo tradizionale per ottenere l’acido ialuronico coinvolgeva l’estrazione dai tessuti animali, come creste di gallo e occhi di bovini. Questo processo è stato ampiamente utilizzato per molti anni, ma presentava alcuni svantaggi, tra cui il rischio di allergie e infezioni, oltre a questioni etiche relative all’uso di prodotti animali.

    Fermentazione batterica

    Secondo gli studi, la maggior parte dell’acido ialuronico utilizzato nei prodotti cosmetici e nei trattamenti medici è prodotto tramite fermentazione batterica. Questo metodo implica l’uso di batteri geneticamente modificati, come lo Streptococcus zooepidemicus, che producono acido ialuronico durante il loro processo di crescita. Ecco una panoramica del processo:

    1. Coltura batterica: I batteri vengono coltivati in condizioni controllate in grandi bioreattori.
    2. Fermentazione: Durante la fermentazione, i batteri producono acido ialuronico come parte del loro metabolismo.
    3. Raccolta: L’acido ialuronico viene separato dal brodo di coltura batterico.
    4. Purificazione: L’acido ialuronico grezzo viene purificato per rimuovere batteri e impurità, ottenendo un prodotto sicuro e di alta qualità.

    Sintesi chimica

    Un altro metodo di produzione è la sintesi chimica, che utilizza processi chimici complessi per creare l’acido ialuronico in laboratorio. Questo metodo permette di controllare precisamente le caratteristiche molecolari del prodotto finale, rendendolo adatto a specifici usi terapeutici e cosmetici.

    Vantaggi della fermentazione batterica

    La fermentazione batterica è diventata il metodo preferito per diverse ragioni:

    • Etica: Non richiede l’uso di prodotti animali, rendendolo più etico e accettabile per i consumatori vegani.
    • Sicurezza: Riduce il rischio di allergie e infezioni rispetto all’estrazione da tessuti animali.
    • Efficienza: Permette la produzione su larga scala con maggiore consistenza e purezza.

    Benefici per la pelle

    L’acido ialuronico è noto per i suoi numerosi benefici per la pelle. Grazie alla sua capacità di trattenere l’umidità, aiuta a mantenere la pelle idratata e rimpolpata, riducendo l’aspetto delle rughe e delle linee sottili. Inoltre, promuove la rigenerazione cellulare e migliora la texture della pelle, rendendola più liscia e luminosa.

    Come utilizzarlo

    L’acido ialuronico può essere utilizzato in diverse forme: sieri, creme, gel e persino integratori. Per ottenere i migliori risultati, è consigliabile applicarlo sulla pelle umida, seguito da una crema idratante per sigillare l’umidità. È adatto a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili, e può essere utilizzato sia mattina che sera.

    L’uso nei trattamenti estetici

    Oltre ai prodotti per la cura della pelle, l’acido ialuronico è anche ampiamente utilizzato nei trattamenti estetici, come i filler dermici. Questi trattamenti vengono iniettati per rimpolpare aree specifiche del viso, come le labbra e le guance, offrendo risultati immediati e naturali. Essendo una sostanza biocompatibile è generalmente sicuro e ben tollerato dal corpo.

    Scegliere il prodotto giusto

    Quando si sceglie un prodotto a base di acido ialuronico, è importante considerare la concentrazione e la formulazione. Prodotti con una maggiore concentrazione di acido ialuronico possono offrire benefici più evidenti, ma è anche fondamentale che la formulazione sia adatta al proprio tipo di pelle. Optare per marchi di fiducia e leggere le recensioni può aiutare a fare la scelta giusta.

    Un alleato indispensabile nella skincare

    L’acido ialuronico è un ingrediente potente che ha rivoluzionato il mondo della skincare. Che tu stia cercando di combattere i segni dell’invecchiamento, migliorare l’idratazione della pelle o semplicemente mantenere un aspetto fresco e luminoso, questo componente potrebbe diventare il tuo nuovo miglior amico. Integrare questo ingrediente nella tua routine di bellezza può fare una grande differenza nella salute e nell’aspetto della tua pelle.

      SEGUICI SU INSTAGRAM @INSTAGRAM.COM/LACITY_MAGAZINE

      Beauty

      Bella Hadid: “Bevo solo acqua sexy”!

      I social sensualizzano anche una pratica comune come bere acqua, trasformandola in qualcosa di più grande della vita. La tendenza “sexy water” ha reso l’idratazione un rito erotico. Il concetto in sé è così seducente come il termine? Poco importa se la ricetta è Bella Hadid.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        Il lato sensuale del bere acqua

        È interessante notare come i creatori di contenuti possano influenzare e promuovere tendenze legate alla salute, alla consuetudine di necessità umane prendendo spunto da figure di riferimento come Kelly Stranick, con il suo account TikTok ha introdotto il termine sexy water per identificare l’ultima tendenza legata all’idratazione, prendendo spunto dal gesto di bere e trasfomandolo nel senso più sensuale dell’esperienza.

        Il mercato delle “sexy waters”

        Una imprevedibile esplosione di interesse, alimentata anche dalla partecipazione di celebrità come la modella Bella Hadid, ha mostrato anche il suo coinvolgimento nella tendenza del bere sexy acqua. Queste bevande sono degli infusi contenenti erbe, spezie e additivi progettati per supportare il sistema immunitario e ridurre le infiammazioni, detossinando l’organismo. Questa partecipazione delle celebrità ha, dunque, contribuito a promuovere ulteriormente la tendenza delle “sexy waters” e ha dato maggiore visibilità al mercato delle bevande analcoliche funzionali, soprattutto negli Stati Uniti.

        Che differenza c’è tra acqua e acqua sexy

        Le “sexy waters” sono essenzialmente varianti esteticamente accattivanti dell’acqua, progettate per rendere l’atto del bere più invitante e attraente. Sono acque aromatizzate e arricchite con frutta, verdura, tinture madri e altri ingredienti che aggiungono sapore e potenziali benefici per la salute.

        Fare in casa la “sexy water” come Bella Hadid

        Utilizziamo acqua demineralizzata, ingredienti freschi e possibilmente biologici. Puliamo bene la frutta, la verdura e le erbe utilizzate. Aggiungete polveri e ulterio ingredienti personalizzati facendo attenzione agli allergeni contenuti in alcuni frutti.

        Ingredienti per 1 sexy bottle

        1 litro di acqua demineralizzata fredda
        1 limone biologico, tagliato a fette sottili
        1 cetriolo biologico, tagliato a fette sottili
        8-10 foglie di menta fresca
        2 cm di zenzero tagliato a fette
        Cubetti di ghiaccio

        Preparazione

        Prepara tutti gli ingredienti, assicurandoti che siano ben lavati e tagliati, poi versa l’acqua nelle bottiglie che hai scelto di utilizzare, aggiungi le fette di limone, le fette di cetriolo lo zenzero a fettine, strappa le foglie di menta fresca e aggiungile alla miscela. Unisci i cubetti di ghiaccio.

        Mescola delicatamente gli ingredienti e lascia riposare la “Sexy Water” in frigorifero per almeno 1-2 ore, in modo che gli aromi si amalgamino bene con l’acqua. Quando sei pronta, goditi la tua bevanda fresca e aromatica!

          Continua a leggere

          Beauty

          Dal fondo del mare alla nostra tavola, le alghe della salute

          Le alghe commestibili, spesso associate alla cucina giapponese, offrono un mondo di sapori e benefici per la salute che vanno oltre il sushi. Conosciute per le loro proprietà depurative e nutrienti, queste piante marine sono una risorsa preziosa, anche se non così diffuse nella cultura alimentare occidentale.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Le alghe commestibili, con la loro vasta gamma di varietà e benefici per la salute, stanno guadagnando sempre più popolarità anche al di fuori dei ristoranti giapponesi. Questi organismi marini, spesso trascurati nella cultura alimentare occidentale, offrono un’abbondanza di sapori e proprietà nutrienti che li rendono una risorsa preziosa per una dieta equilibrata e salutare.

            Agar Agar – Il gelificante nutriente

            L’agar agar, noto anche come Kanten in Giappone, è un gelificante derivato da alcune alghe commestibili. Utilizzato ampiamente nell’industria alimentare per la sua capacità di gelificare, l’agar agar è anche apprezzato per le sue proprietà nutrienti. Ricco di sali minerali e fibre dietetiche, questo gelificante è leggermente lassativo e può aiutare a ridurre il senso di fame, contribuendo così a una gestione del peso più efficace. Spesso impiegato nella preparazione di piatti estivi giapponesi come il Tokoroten e i Yokan, l’agar agar aggiunge una consistenza unica e benefici nutrizionali ai pasti.

            Kombu – L’alleato della circolazione e della digestione

            L’alga kombu, con il suo caratteristico colore marrone scuro, è rinomata per le sue proprietà benefiche sulla circolazione sanguigna e la digestione. Ricca di potassio e fosforo, questa alga è ideale per rafforzare il sistema immunitario e favorire il drenaggio dei liquidi. Il consumo regolare di kombu può migliorare il processo digestivo, prevenire la stitichezza e supportare una circolazione sanguigna ottimale. Utilizzato principalmente nella preparazione di zuppe e minestre, il kombu aggiunge non solo gusto, ma anche una dose extra di salute ai piatti.

            Nori – Il tesoro del Sushi

            Forse una delle alghe più conosciute al di fuori del Giappone, il nori è ampiamente utilizzato nella preparazione del sushi. Questa alga rossa è una fonte ricca di vitamine A e B12, proteine e acidi grassi essenziali. Oltre a conferire un sapore unico ai rotolini di sushi, il nori ha proprietà antianemiche, tonificanti e anti-age. Supporta l’equilibrio del colesterolo e della glicemia, contribuendo al benessere intestinale e alla salute generale dell’organismo.

            Wakame – Il segreto della tiroide e del metabolismo

            Molto diffusa nella cucina giapponese, la wakame è conosciuta per il suo alto contenuto di vitamine, proteine e sali minerali, in particolare iodio, calcio, magnesio e ferro. Grazie alla presenza di iodio, l’algua wakame è consigliata per riequilibrare l’attività della tiroide, aumentare il metabolismo e sostenere il benessere generale. Utilizzata principalmente nella preparazione della zuppa di miso e di altre pietanze, la wakame è una scelta nutriente e deliziosa per arricchire la propria dieta.

            Spirulina – La Regina delle Alghe Azzurre: La spirulina, appartenente alla famiglia delle alghe azzurre, è un superfood rinomato per la sua eccezionale concentrazione di nutrienti. Di colore verde scuro grazie al suo contenuto di clorofilla, la spirulina è ricca di proteine, aminoacidi essenziali e grassi salutari. Con una predominanza degli omega-6 rispetto agli omega-3 e una elevata quantità di acido gamma linolenico, la spirulina supporta i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, contribuendo alla salute cardiovascolare e al benessere generale.

            Hijiki – Il fortificante naturale

            L’hijiki, un’alga dalle foglie cilindriche, nere e robuste, è una fonte straordinaria di calcio, potassio e ferro. Questa alga, con il suo sapore deciso e i suoi grandi pregi nutritivi, è particolarmente apprezzata per le sue proprietà tonificanti e purificanti. Consumata principalmente saltata in padella o immersa in pastella e fritta, l’hijiki è una scelta gustosa e nutriente per arricchire la propria alimentazione e migliorare la salute generale.

              Continua a leggere

              Benessere

              Astroyoga: tutti gli esercizi per ogni segno!

              Scopri AstroYoga, la pratica che unisce l’astrologia allo yoga per creare una routine personalizzata basata sul tuo segno zodiacale. Esplora come gli aspetti dello yoga possono essere adattati alle energie e alle caratteristiche di ciascun segno per raggiungere equilibrio e armonia.

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                Mentre l’astrologia si concentra sullo studio degli influssi astrali e delle configurazioni celesti per comprendere la personalità e il destino di una persona, lo yoga è un antico sistema di filosofia che mira a raggiungere l’armonia e l’equilibrio tra corpo, mente e spirito. Ma esploriamo un collegamento immaginario tra lo yoga e l’astrologia, associato allo zodiaco in base alle caratteristiche tipiche di ciascun segno.

                AstroYoga in poche parole
                E’ il termine che indica la pratica dello yoga influenzata dall’astrologia, combinando elementi di entrambe le discipline per creare una pratica personalizzata basata sul segno zodiacale di una persona. In questa pratica ipotetica, potresti adattare gli aspetti dello yoga, come gli stili di yoga, le posizioni (asana), le sequenze e le pratiche di meditazione, in base alle caratteristiche e alle energie associate a ciascun segno zodiacale.

                Quali esercizi sono adatti a te
                Ad esempio, un praticante di AstroYoga potrebbe essere incoraggiato a praticare stili di yoga che si allineano con le qualità del loro segno zodiacale, o potrebbero concentrarsi su specifiche posizioni o sequenze che aiutano a bilanciare le energie astrologiche associate al loro segno.

                È di moda l’AstroYoga
                L’astrologia è vista da molti come una disciplina pseudoscientifica e non necessariamente in linea con i principi dello yoga tradizionale, che si concentra sull’esperienza individuale, sulla consapevolezza e sull’equilibrio interiore piuttosto che sull’oroscopo o sulle influenze astrali.

                Segno per segno, serie dopo serie
                Sebbene possa essere interessante esplorare connessioni tra astrologia e yoga per scopi di auto-esplorazione e introspezione personale, è importante mantenere un approccio consapevole e rispettoso delle proprie esigenze e preferenze individuali.

                Ariete
                Lo yoga dinamico e energico come l’Ashtanga o il Power Yoga potrebbe essere adatto a un Ariete, poiché corrisponde alla loro natura intraprendente e attiva.

                Toro
                Lo yoga lento e centrato come lo Yin Yoga potrebbe essere benefico per i nati sotto il segno del Toro, poiché favorisce la pazienza e la stabilità.

                Gemelli
                Uno stile di yoga che coinvolge la varietà e la stimolazione mentale, come il Vinyasa Flow, potrebbe essere adatto ai Gemelli, che amano la diversità e l’adattabilità.

                Cancro
                Lo yoga che enfatizza la connessione emotiva e la cura di sé, come lo Hatha Yoga o lo Yoga Restorativo, potrebbe essere favorevole per i Cancro, che sono spesso sensibili e attenti alle emozioni.

                Leone
                Lo yoga che enfatizza il potere e la forza interiore, come lo Yoga Kundalini o lo Yoga Bikram, potrebbe essere adatto ai Leone, che spesso cercano di distinguersi e brillare.

                Vergine
                Lo yoga che promuove l’attenzione ai dettagli e la precisione, come lo Iyengar Yoga, potrebbe essere benefico per le Vergine, che sono spesso meticolose e pratiche.


                Bilancia
                Lo yoga che enfatizza l’equilibrio e l’armonia, come lo Yoga Vinyasa Flow o lo Yoga Hatha, potrebbe essere adatto alle Bilance, che cercano spesso l’equilibrio nella vita.


                Scorpione
                Uno stile di yoga che incoraggia l’autoindagine e la trasformazione, come lo Yoga Kundalini o lo Yoga Yin, potrebbe essere adatto agli Scorpioni, che sono spesso profondi e intensi.


                Sagittario
                Lo yoga avventuroso e esplorativo, come lo Yoga Acro o lo Yoga Ashtanga, potrebbe essere benefico per i Sagittari, che amano l’avventura e l’esplorazione.


                Capricorno
                Lo yoga che enfatizza la disciplina e il perseguimento degli obiettivi, come lo Yoga Hatha o lo Yoga Bikram, potrebbe essere adatto ai Capricorni, che sono spesso ambiziosi e determinati.


                Acquario
                Uno stile di yoga che incoraggia la creatività e l’innovazione, come lo Yoga Kundalini o lo Yoga Vinyasa Flow, potrebbe essere favorevole agli Acquario, che sono spesso progressisti e originali.

                Pesci
                Lo yoga che enfatizza la connessione spirituale e l’intuizione, come lo Yoga Bhakti o lo Yoga Yin, potrebbe essere benefico per i Pesci, che sono spesso sensibili e spirituali.

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù