Connect with us

Audio

La V.I.P. (Very Important… Playlist) di Beatrice Luzzi

Avatar photo

Pubblicato

il

    Musica come sottofondo per stati d’animo differenti, musica per evocare ricordi passati, musica per stemperare malinconie. In questa nuova rubrica intitolata Very Important Playlist, presenteremo periodicamente le scelte musicali di alcuni personaggi del mondo della tv, della musica (in veste non di performer ma di ascoltatori) e, in generale, dello spettacolo.

    Si va ad incominciare

    Per inaugurare questo spazio (a breve presenteremo altri nomi di grande rilevanza…) abbiamo chiesto ad uno dei personaggi televisivi dell’anno di “regalarci” alcuni suoi brani del cuore. Lei è Beatrice Luzzi, attrice ed autrice televisiva, diventata ancora più popolare (di quanto lo fosse già, con la sua partecipazione alla soap Vivere) grazie all’ultima edizione del Grande Fratello.

    Non solo spettacolo

    La sua anima è quella di una donna battagliera e idealista, dal 2007 collabora con l’associazione Libera, lavorando anche su progetti di forte valenza educativa, culturale e sociale. E la sua tempra emerge anche dalle canzoni che ha scelto sotto nostro invito: basterebbe il Fossati con un brano tratto dallo splendido album Lindbergh del 1992: un’esortazione ad esprimere con forza la propria opinione, attivandosi tenendo sempre ben presente il valore della saggezza contenuta nella canzone popolare! E il resto non è certo da meno: che dire dell’icona Bob Marley che invoca pace e libertà, esortando a liberarsi dalle catene mentali auto-imposte? Una libertà che va oltre quella fisica e richiama una condizione dell’intera umanità. Il resto… scopritelo voi!

    Nei panni di… critico musicale

    Di recente, sempre rimanendo in un contesto musicale, durante una sua partecipazione a Pomeriggio Cinque con Myrta Merlino, Beatrice ha criticato Sexy Shop, la canzone di Fedez e Emis Killa, in qualche modo “dedicata” alla ex Chiara Ferragni. Sarà un caso che non l’ha inserita nella sua playlist?!? Queste le sue parole: “Fedez su questo è il numero uno, perché lui riesce a guadagnare su qualunque cosa. Il problema è che ci sono i figli di mezzo, capito? C’è una grande differenza. Io non sono molto d’accordo”. E noi siamo totalmente d’accordo con lei!

      SEGUICI SU INSTAGRAM @INSTAGRAM.COM/LACITY_MAGAZINE

      Audio

      Canzoni da… bere!

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        Sapete cosa sono le “drinking song”? Nascono in Irlanda e sono i brani che rallegrano le serate nei pub durante i festeggiamenti del santo patrono irlandese, nella festa di San Patrizio.

        Un classico dei Dubliners

        Una delle più famose è certamente A Pub With No Beer. Si tratta dell’adattamento in musica di una poesia di Dan Sheehan, scrittore australiano ma di origine irlandese, riproposta da numerosi artisti. La versione più conosciuta è quella dei Dubliners, che trovate nella nostra compilation a tema.

        Birra e hard rock

        Nei pub però, sia irish che di tutto il mondo, oltre ai brani folk di matrice tradizionale, si ascolta sempre tanto rock. Secondo un recente studio, sono gli australiani AC/DC la band più gettonata, con ben cinque brani nella graduatoria stilata dallo studio condotto dal rivenditore di whisky Flask & Barrel. Al primo posto c’è Thunderstruck col suo micidiale riff di chitarra, poi Highway to Hell, alla quarta posizione Back in Black, alla ottava You shook me all night long e alla diciottesima T.N.T..

        Una classifica realizzata scandagliando le compilation Spotify

        Per stilare questa classifica sono state analizzate le playlist di Spotify che nei loro titoli facevano riferimento al bere o ai party. Ne sono state trovate poco più di 23.400, e le tracce raccolte sono state successivamente separato in base a vari tipi di musica. In totale, gli AC/DC sono comparsi nelle migliori 4.143 “party playlist” di genere rock. L’hip-hop, a sorpresa, è il genere più popolare, con 70.249 tracce e Yeah! di Usher risulta in cima.

        Tanti bei nomi

        Nelle prime dieci posizioni della graduatoria delle migliori canzoni rock per fare baldoria troviamo anche Sweet Home Alabama dei Lynyrd Skynyrd, Fortunate Son dei Creedence Clearwater Revival, Hotel California degli Eagles, Dreams dei Fleetwood Mac, Don’t Stop Believin’ dei Journey e Africa dei Toto.

        Buon ascolto e… alla vostra salute!

          Continua a leggere

          Audio

          ESCLUSIVO: la V.I.P. (Very Important…Playlist) di Emma Marrone

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

            In occasione dell’uscita del nuovo singolo HO VOGLIA DI TE, che vede una collaborazione inedita tra JVLI, Emma e Olly, i 3 artisti hanno deciso di sorprendere i fan con un’iniziativa singolare: l’appuntamento era ieri alle ore 16:00 presso il Chiosco al Politico a Milano, dove ad attendere i fan c’erano proprio loro, pronti a distribuire i caffè ai passanti.

            Vieni a prendere un caffè da Emma

            Uno dei versi cult del brano è “Ma sai mi piaci tu che mi fai il caffé meglio del bar” e quale miglior modo di dargli vita se non così!

            L’abbraccio dei fan

            L’evento si è protratto per circa un’ora in cui, tra un caffè e l’altro, foto e video saluti con i fan, abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Emma e domandarle le 5 canzoni che inserirebbe nella sua playlist per l’estate.

            Come potrebbero mancare dunque i suoi stessi successi, che proprio questa estate la vedranno protagonista dei principali festival estivi, partendo dal singolo sanremese Apnea, ad oggi uno dei brani più longevi del festival e già certificato disco di platino, fino ad arrivare alle recenti uscite Femme Fatale e Ho voglia di te, entrambi candidati ad essere i tormentoni di questa estate. Tra le scelte dell’artista sono presenti anche due brani di amici e colleghi: Devastante di Olly e Sesso e Samba, di Tony Effe e Gaia. Una playlist certamente iconica… esattamente come lei!

              Continua a leggere

              Audio

              La V.I.P. (Very Important… Playlist) di Simona Tagli

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                Nella playlist che Simona Tagli ci ha inviato salta all’occhio immediatamente un dettaglio preciso: la sua passione per Mina. Infatti, sui canonici 10 brani che chiediamo ad ogni personaggio di segnalarci… ben 4 sono legati alla “tigre di Cremona” (anche se la cantante è nata a Busto Arsizio).

                L’origine di un nome, divenuto un marchio riconosciuto da tutti

                All’anagrafe Anna Maria Mazzini, è stata una delle più grandi voci del panorama musicale italiano, accompagnando la vita degli italiani per generazioni. Anche se nata in provincia di Milano (nel 1940), i sui genitori erano originali di Cremona. Sin dagli inizi della sua carriera le persone l’hanno chiamata con quel soprannome. La sua inconfondibile voce, dotata di un timbro caldo e graffiante, dalla grande estensione e agilità, ha sicuramente inciso sulla nascita di questo nickname. Negli anni 60 e 70, infatti, venivano spesso attribuiti appellativi alle cantanti famose, basandosi proprio sulle caratteristiche dei loro timbri vocali.

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù