Connect with us

Gossip

La supercazzola? Tutta colpa (o “merito”) della gradazione alcolica…

Avatar photo

Pubblicato

il

    L’attore e regista Gianmarco Tognazzi, uno dei grandi “figli d’arte” del nostro cinema, ha raccontato le origini della celebre battuta di Amici miei al Festival Città Identitarie. Più che battuta si potrebbe dire un vero e proprio “non-linguaggio”, da riassaporare in alcune delle scene pià divertenti della spassosissima trilogia cinenematografica.

    Il linguaggio delle “zingarate”

    Un tormentone per quel che riguarda gli scherzi o meglio le cosiddette “zingarate”, come le definiscono il gruppo di amici originariamente formato da Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Gastone Moschin e Duilio Del Prete. In una di queste moemorabili sequenze il Conte Mascetti (ovvero un gigantesco Tognazzi che interpreta un nobile squattrinato, dedito solo ai piaceri della vita) prende in giro un vigile poco sveglio che finisce per fare la parte del “bischero”.

    Il figlio Gianmarco ne svela l’origine

    Gianmarco junior ha raccontato come nacque la supercazzola al Festival Città Identitarie di Edoardo Sylos Labini, che si è tenuto a Pomezia e che quest’anno ha reso omaggio ad una coppia di superstar come Sergio Leone e Ugo Tognazzi.

    Un insieme di parole senza senso che paiono un discorso compiuto

    “La supercazzola è cangiante e i termini, che non vogliono dire nulla, nascono in una notte brava, una delle tante dopo aver mangiato fino alle 3 del mattino a Velletri, dove devono determinare cosa avrebbe detto Ugo in questa scena. C’era lo scherzo, cioè dire delle cose che non si capiscono prendendo in giro l’interlocutore, quindi c’era lo scherzo in generale, ma non c’erano i termini. Io solo dopo qualche anno, grazie ad un racconto di mia madre, scopro che completamente ubriachi, alle 3 di mattina”.

    Scrivendo la sceneggiatura in evidente stato alterato

    Prosegue il figlio: “Siccome a casa nostra si beveva solo e unicamente quello che producevamo noi, (anche il vino, che Ugo aveva chiamato il ‘vino della Tognazza’, trasformatosi poi nell’evoluzione decisa da Gianmarco) pare che Ugo abbia iniziato a dire: ‘Allora scrivi. Eh? scrivi: tarapia. Terapia? No tarapia, e De Bernardi (Piero, sceneggiatore del film, ndr.) inizia a scrivere tarapia. Poi: tapioco. Tapioca? No, tapioco, come fosse Antani”.

    Tre tipologie distinte

    Insomma… il vocabolario nonsense della supercazzola è stato coniato grazie ad una ubriacatura di vini fatti in casa artigianalmente. Non a caso, in omaggio a questo aneddoto, i vini che oggi Gianmarco Tognazzi produce si chiamano Tapioco, Come se fosse e Antani. Come lui sostiene “Non è vero che è un omaggio che io faccio al film, ma è un omaggio che il film deve fare a quel vino che li ha inequivocabilmente aiutati quella sera alcolica a inventare i termini che sono rimasti iconici”.

    Alcuni esempi del passato

    Una testimonianza di un paradigma espressivo abbastanza simile si può trovare nel Decamerone di Giovanni Boccaccio (leggetevi la terza giornata, novella ottava), piuttosto che nel Pantagruel di François Rabelais. Discorsi senza senso, giochi di parole, prese in giro, come quelle riscontrabili anche nei Viaggi di Gulliver in cui l’autore, Jonathan Swift, per burlarsi dell’abuso dei termini marinareschi incomprensibili alla maggior parte dei lettori dei racconti di avventure, inserisce nel primo capitolo della seconda parte un’intera pagina di parole tratte dal linguaggio dei marinai e dei costruttori navali… del tutto priva di significato!

    Ormai entrata nel linguaggio attuale

    La supercazzola fa parte ormai del nostro lessico quotidiano. Una maniera di esprimere un ragionamento volutamente ingarbugliato, indecifrabile, contorto e incomprensibile, usato come escamotage per prendere in giro o per dimostrarsi intellettualmente superiori rispetto al proprio interlocutore.

      SEGUICI SU INSTAGRAM @INSTAGRAM.COM/LACITY_MAGAZINE

      Gossip

      Regina Letizia e Jaime del Burgo, tra Intrighi e rivelazioni

      Ancora una volta la Famiglia Reale spagnola si ritrova al centro del gossip. Protagonista questa volta non è il Re Felipe, spesso oggetto di chiacchiere per presunte relazioni extraconiugali, bensì la Regina Letizia. Già dallo scorso anno, l’ex giornalista era già stata travolta da un vortice di scandali a causa di indiscrezioni che la volevano legata all’ex cognato, l’imprenditore Jaime del Burgo. E l’opposizione della Corona chiede chiarezza.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore


        Come sono andati i fatti
        Le accuse, mosse da Del Burgo stesso attraverso un libro e alcuni post sui social, parlavano di una relazione extraconiugale tra i due, iniziata ben prima del matrimonio della Regina con Felipe VI e protrattasi anche durante i primi anni di matrimonio. Nonostante le clamorose accuse e le presunte prove presentate da Del Burgo, nessun riscontro ufficiale è mai arrivato dai diretti interessati e la vicenda si è conclusa con il silenzio della Casa Reale e un’azione legale intrapresa contro l’ex cognato della Regina. Ora, nuovi gossip tornano a turbare la quiete della Famiglia Reale. Secondo alcune indiscrezioni diffuse da alcuni media spagnoli, la Regina Letizia starebbe nuovamente vivendo un momento di crisi con il Re Felipe.

        Jaime Peñafiel e il suo libro “Letizia e io” con nuove rivelazioni sulla Regina di Spagna
        Jaime Peñafiel, noto giornalista 91enne spagnolo e autore di diverse biografie dedicate alla Famiglia Reale, ha recentemente pubblicato un libro dal titolo “Letizia e io. Quali segreti nasconde la Regina Letizia?”.
        Nel libro, Peñafiel riprende e amplia le scottanti rivelazioni di Jaime del Burgo, ex cognato della Regina e presunto amante. Del Burgo, già nel 2023, aveva accusato Letizia di una relazione extraconiugale, alimentando un vero e proprio scandalo mediatico.

        Qualche estratto dal libro “Letizia e io. Quali segreti nasconde la Regina Letizia?”
        «…tutto nel mondo di Letizia è andato in frantumi a causa di presunti adulteri, inganni e tradimenti». 
        «…è prepotente e manipolatrice»
        «Letizia Di Spagna è fredda e emotivamente immatura. Tutto si è rotto dopo i tradimenti»

        Due immagini intime fra Letizia con il marito, Re Felipe VI di Spagna

        Sarà tutto vero, oppure no?
        L’imprenditore e l’ex giornalista si frequentarono negli anni ’90, e la loro passione sbocciò durante un romantico viaggio a Venezia. Secondo le dichiarazioni di Jaime del Burgo, egli aveva intenzione di chiederle la mano nel 2002, con un anello già pronto in borsa. Tuttavia, proprio in quel momento, Letizia gli confessò che stava vedendo un diplomatico, che non era altri che il principe Felipe, futuro re di Spagna.
        Esistono alcune prove che supportano la relazione tra Jaime e Letizia, come messaggi e foto che i due si sarebbero scambiati. Ma queste prove non sono state verificate in modo indipendente e sono state oggetto di controversie. Alla luce di queste informazioni, è impossibile dire con certezza se Jaime e la Regina Letizia fossero fidanzati prima del suo matrimonio con Re Felipe VI. Le prove disponibili sono contraddittorie e soggette a interpretazioni diverse.

        Ma l’opposizione della Corona chiede chiarezza
        Le nuove dichiarazioni di Del Burgo, contenute nel libro di Peñafiel, sarebbero ancora più compromettenti per la Regina e avrebbero gettato nuova luce sulla sua vita privata. Nonostante la mancanza di riscontri ufficiali, il libro di Peñafiel ha avuto un grande impatto in Spagna, riaccendendo i riflettori sui presunti segreti della Regina e alimentando il gossip sulla Famiglia Reale. La vicenda ha avuto anche ripercussioni politiche, con alcuni esponenti dell’opposizione che hanno chiesto chiarezza e trasparenza alla Casa Reale.

          Continua a leggere

          Personaggi

          Cristiano Malgioglio si ritira. Ma sarà vero?

          Cristiano Malgioglio ha annunciato il suo ritiro dal mondo dello spettacolo tra due anni, spiegando che la decisione non è dovuta alla stanchezza ma alla volontà di dedicare più tempo alla sua vita personale. Ha rivelato il segreto del suo successo, sottolineando di essere sempre rimasto fedele a se stesso.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Cristiano Malgioglio ha deciso di ritirarsi dal mondo dello spettacolo: “Tra due anni io lascerò questo lavoro. È la prima volta che lo dico pubblicamente, ma è così”, ha affermato. “Ho bisogno di pensare alla mia vita perché ho dedicato tanto alla musica e sono molto contento per tutto l’affetto che il pubblico mi ha sempre dato”. Malgioglio ha precisato che la sua decisione non è dovuta alla stanchezza, ma a una scelta consapevole: “Vi assicuro che potrei sostenere tre concerti ogni sera”, ha continuato, rispondendo a chi lo incoraggia a non ritirarsi. “Tutto questo affetto è molto importante ogni sera quando esco per cantare. Nessuno della mia generazione può vantare il successo che ho io con i giovani e le mamme. Grazie a Carlo Conti e a ‘Tale e Quale Show’, le famiglie si divertono e mi seguono”.

            Il segreto della carriera di Malgioglio: tra passato e presente

            Cristiano Malgioglio ha rivelato il segreto del suo successo in un’intervista esclusiva al tg di Radio Roma: “Io non sono mai cambiato, sono sempre stato così. Ieri mi amavano le ragazzine, i ragazzini e le mamme, e oggi piaccio ancora alle nuove generazioni e alle mamme”, ha spiegato. “Sono sempre stato un paroliere di rottura; se pensiamo alle canzoni che ho scritto per Mina, ho usato un linguaggio completamente diverso dagli altri autori. Oggi potrei scrivere per chiunque, ma non ho più voglia”, ha aggiunto.

            Gli ultimi desideri di Malgioglio

            Parlando dei suoi ultimi desideri professionali, Malgioglio ha detto: “Vorrei realizzare un progetto con Carla Bruni e scrivere per Martina Giovannini, che mi piace moltissimo. L’ho conosciuta durante l’ultima edizione di ‘Amici’ di Maria De Filippi e vorrei proporla a Carlo Conti per Sanremo; ha una voce spettacolare e un volto bellissimo”, ha concluso, menzionando anche il Festival di Sanremo 2025.

              Continua a leggere

              Gossip

              “Barbie” Margot Robbie aspetta un bambino!

              È ufficiale! Margot Robbie e suo marito Tom Ackerley diventeranno presto genitori. La notizia, diffusa inizialmente da alcune indiscrezioni e foto scattate durante la loro vacanza sul Lago di Como, è stata confermata da diverse testate giornalistiche

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore


                Confermato l’arrivo del primo bebè!
                L’attrice australiana, 34 anni, e il produttore inglese, 34 anni sono una coppia è molto riservata lontana dai riflettori. Ma non hanno potuto nascondere l’entusiasmo per l’arrivo del loro primo figlio. Liete novità per Margot Robbie e Tom Ackerley. La coppia, sposata dal 2016, aspetta il loro primo figlio.  Le indiscrezioni circolavano già da qualche giorno, ma ora è ufficiale: Margot Robbie è incinta!

                Ancora nessun annuncio ufficiale da parte dei diretti interessati, ma i fan sui social sono già in delirio e non vedono l’ora di celebrare questa lieta notizia con loro. Oltre al successo come attrice, Margot Robbie è anche co-fondatrice di una casa di produzione, la LuckyChap, che ha realizzato film come “I, Tonya”, “Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn” e, ovviamente, “Barbie”, dove la Robbie è protagonista.

                Ackerley, invece, lavora come regista e produttore accanto alla moglie. In una recente intervista, ha descritto il loro rapporto come una collaborazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

                Margot all’arrivo sul Lago di Como

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù