Connect with us

Spettacolo

Alla Scala di Milano, stasera la Turandot di Puccini è in 3D

Avatar photo

Pubblicato

il

    La Turandot di Giacomo Puccini arriva in prima nazionale al Teatro alla Scala di Milano stasera. Con la regia di Davide Livermore e le scene di Davide Livermore, Paolo Gep Cucco ed Eleonora Peronetti.

    Pechino prende forma grazie alla realtà virtuale

    La musica è quella immortale in 3 atti e 5 quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, lasciata incompiuta da Giacomo Puccini e successivamente completata da Franco Alfano, uno dei suoi allievi. Ma stasera nel tempio della lirica italiano ci sarà una novità: una Pechino ultradark, resa in un 3D ultra-cinematografico grazie all’uso della realtà virtuale.

    Effetti speciali in slow motion

    La città “tridimensionale”, che Puccini immaginò come sfondo alla parabola della principessa cinese, verrà proiettata su un ledwall di 12 metri per 9. Non solo: sarà presente anche un altro ledwall circolare trasparente dove verranno proiettate le riprese di materiali in hyper slowmotion: terre, liquidi, petali, inchiostri e foglie ripresi a 1400 frame al secondo all’interno di una sfera per creare un effetto sospeso nel tempo che, ne siamo certi, incanterà il pubblico presente.

    La firma è quella di un’azienda leader

    Responsabile di questa innovazione è D-Wok, azienda di entertainment design famosa per la sua leadership nella tech creativity legata all’opera lirica e alla produzione di contenuti virtuali e di video design. E’ anche fra le prime società al mondo a rendere virtuali le scenografie per l’opera lirica, mescolando la dimensione analogica con quella digitale.

    Si replica fino alla metà di luglio

    Con questo tentativo si vuole attribuire allo spazio scenico una dimensione nuova e rinnovata. In grado di miscelare la tradizione lirica italiana con le tecnologie più all’avanguardia. Oltrepassando il confine tra ciò che è reale e ciò che è virtuale. Le repliche sono previste venerdì 28 giugno, giovedì 4 luglio, sabato 6 luglio, martedì 9 luglio, venerdì 12 luglio e lunedì 15 luglio.

      Musica

      Siamo la coppia più bella del mondo… da 60 anni!

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        Adriano Celentano e Claudia Mori festeggiano 6 decadi di matrimonio, rimanendo ancora “la coppia più bella del mondo”, almeno per quanto riguarda la musica italiana. Per festeggiare le nozze di diamante, il Molleggiato ha postato uno scatto sui social. Che raffigura un cuore rosso e la cifra tonda tonda che contraddistingue un traguardo così importante.

        Un matrimonio all’alba, per evitare giornalisti e fotografi

        Adriano nazionale ha voluto condividere col popolo della rete il bellissimo traguardo raggiunto con la sua Claudia, compagna di una vita. Ottantasei anni lui, ottanta lei, Adriano Celentano e Claudia Mori (che di cognome vero fa Moroni, ndr) si sposarono in una situazione molto particolare. Essendo lui già molto famoso in ambito musicale (vendendo milioni di dischi), decisero un orario quantomeno bizzarro: le 3.30 del mattino del 14 luglio 1964, presso la chiesa di San Francesco a Grosseto. All’alba infatti riuscirono ad evitare i paparazzi.

        Il loro primo incontro risale a qualche anno in precedenza, anche se la loro relazione era cominciata sul set di un film nel quale recitavano per la prima volta insieme. Era il 1963, la pellicola si intitolava Uno strano tipo diretto da Lucio Fulci, regista famoso in seguito per le sue pellicole horror. Fra i due scoccò il classico “colpo di fulmine”, una relazione che è diventata sempre più solida, cementata dalla nascita di tre figli: Rosita (1965), Giacomo (1966), e Rosalinda (1968).

        Anche per loro un momento critico lungo il percorso di coppia

        Una coppia consolidata ed affiatata che, come tutti, ha conosciuto anche qualche momento di crisi. Come agli inizi degli anni ottanta, quando i due decisero di vivere per qualche anno separati. Il motivo? All’epoca si giornali parlarono di una presunta relazione del cantante con Ornella Muti, con la quale aveva girato due film di grande successo commerciale, Il bisbetico domato e Innamorato pazzo. La crisi rientrò nel 1985 con la richiesta fatta da Adriano alla moglie di partecipare al suo film Joan Lui – Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì. Secondo la Mori, lei – anche nel periodo critico – non ha mai considerato l’ipotesi di lasciarsi. Fatto sta che da quel momento i due non si lasciarono mai più… arrivando fino ad oggi, con 60 anni di matrimonio alle spalle. Nel 2004 Celentano è diventato nonno per la prima volta, con l’arrivo di Samuele Celentano, figlio di Giacomo e sua moglie Katia.

        Il segreto? Mettere la moglia a capo di tutto

        Dal 1991 la Mori risulta essere amministratore delegato della casa discografica di famiglia, la Clan Celentano srl. Innumerevoli le canzoni di successo che li hanno visti fianco a fianco, a partire dal Cantagiro 1967 quando presentarono Siamo la coppia più bella del mondo, che ancora oggi rappresenta il loro biglietto da visita.

          Continua a leggere

          Personaggi e interviste

          Emma in bikini sui social: «Il mio corpo? In balia degli ormoni impazziti»

          Emma Marrone, da sempre nel mirino degli hater per il suo aspetto fisico, risponde con ironia e determinazione. In una recente intervista a GQ, la cantante ha rivelato come affronta i commenti negativi e ha svelato il segreto dietro il suo fisico invidiabile. “Il mio corpo è in balia degli sbalzi ormonali, ma mi piaccio così come sono,” ha dichiarato Emma. Anche su Instagram, i fan non hanno potuto fare a meno di notare la sua forma smagliante, alla quale la cantante ha risposto con il suo solito spirito autoironico.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Emma Marrone, spesso vittima di bodyshaming, non si lascia intimidire dai commenti degli hater. In una recente intervista a GQ, la cantante ha ribadito il suo atteggiamento deciso: «Davanti a tutta questa cattiveria l’unica soluzione è alzare la testa e contrattaccare. Puoi dirmi che sono brutta, grassa, che ho la pancia o le gambe grosse. Non me ne frega niente. Io mi vedo allo specchio, so chi sono, conosco il mio vissuto e sì, mi piaccio. Sono una donna di 40 anni che ha sconfitto tre tumori e questo è il corpo che le mie battaglie mi hanno lasciato. Magari non sarà perfetto, ma è bello proprio perché è reale».

            Anche sotto la sua ultima foto in bikini, pubblicata su Instagram, sono comparsi molti commenti, ma questa volta positivi. Emma ha risposto a una fan che le ha scritto: «Ma sei dimagrita una cifra! Svelami il tuo segreto?». La cantante, con la sua solita ironia, ha rivelato: «Allora … ho cambiato la cura ormonale quindi il mio corpo è in balia degli sbalzi degli ormoni impazziti… Ci sono giornate dove mi sveglio gonfissima (e la vita stressante in tour sempre in viaggio non aiuta) e giorni in cui sono molto molto asciutta. Non c’è nessun Photoshop, semplicemente il mio corpo fa un po’ come ca*** gli pare e tante tante donne possono capirmi! Tutto qua… nessun segreto».

            La didascalia che accompagna le immagini recita: «Tutto stupendo! L’unica cosa che non ho mangiato sono le patatine surgelate che ha usato Chiara Capitani per la botta in testa», scherza Emma sull’amica. Insomma, la cantante continua a divertirsi in vacanza con gli amici, sfoggiando un fisico invidiabile e un’attitudine invidiabile. Emma Marrone dimostra ancora una volta di essere una vera guerriera, capace di affrontare con stile e ironia ogni sfida che la vita le pone davanti.

              Continua a leggere

              Musica

              In affitto breve la villa di George Michael: 550 sterline a notte

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                Se sei un fan di George Michael, l’artista scomparso il giorno di Natale del 2016, da oggi potrai concederti l’emozione di una vacanza (lunga o breve sta alle dimensioni del tuo portafoglio) nella casa dell’indimenticabile cantante.

                Dormendo dove ha dormito lui

                La lussuosa casa della star, prematuramente scomparsa a Natale del 2016, si trova a Goring-on-Thames nell’Oxfordshire. Disponibile per tutti i turisti su AirBnB alla modica cifra di 550 sterline a notte. Come si legge sul quotidiano The Sun, la proprietà, che risale al XVI secolo, è composta da una camera da letto ed è collegata alla casa principale. Nella tenuta ci sono degli splendidi giardini e una piscina e si trova vicino a una chiesa del X secolo. Una fonte vicina alla faniglia della popostar ha affermato che: “È stato molto apprezzato dai fan del cantante che sono grati dell’opportunità di vivere in prima persona la casa di George”.

                Un’operazione simile a quella di Abba Voyage

                Nel frattempo stanno girando voci su un ritorno di George Michael sul palco in versione ologramma. La società Nobby’s Hobbies Holdings, che gestisce l’eredità di Michael, ha dichiarato che “L’attività del gruppo si amplierà nei prossimi tre anni per includere esibizioni pubbliche dal vivo”.

                Michael virtuale sul palco con l’ex compagno Andrew?

                Il compagno di band degli Wham!, Andrew Ridgeley, lo scorso anno confidò che gli sarebbe piaciuto rivedere il gruppo sul palco in uno spettacolo in stile Abba Voyage, ma questo avrebbe sollevato questioni di genere etico: “Il mio pensiero sarebbe: ‘Fantastico!’ Avere gli Wham! al loro massimo splendore, suonare dal vivo. Certo, esistono questioni etiche. Quella decisione sarebbe da prendere da me e da chi gestisce l’eredità di George, se mai si dovesse realizzare. Io non posso parlare per loro, non so come si sentirebbero al riguardo. Ma penso che si potrebbe fare, e penso che potrebbe essere fatto eccezionalmente bene. Pagherei per vederlo!”.

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù