Connect with us

In primo piano

Barbascura X: da topo da laboratorio a pirata dei social con un milione di followers

Barbascura X, nato a Taranto 37 anni fa, è diventato un fenomeno del web con oltre un milione di follower. Da chimico a divulgatore scientifico, conduttore televisivo, scrittore e performer teatrale, il suo stile ironico e grottesco ha rivoluzionato il modo di spiegare la scienza

Avatar photo

Pubblicato

il

    Prima di diventare un fenomeno dei social, Barbascura X era praticamente un topo da laboratorio. Nato a Taranto 37 anni fa, ha un curriculum impressionante: laurea in chimica organica, specialistica in sintesi organica, dottorato in green chemistry e una serie di lavori di ricerca e laboratorio in tutta Europa. Ma la sua carriera ha preso una svolta inaspettata, facendolo diventare uno dei primi divulgatori scientifici del web, oltre che conduttore televisivo, scrittore e performer teatrale. La sua scienza “spiegata male”, raccontata in modo ironico e grottesco, ha conquistato oltre un milione di follower, grazie a uno stile che ha superato “l’autoreferenzialità e la sacralità tradizionalmente associate al mondo scientifico”.

    Le origini del fenomeno Barbascura X

    Iniziamo con le presentazioni, anche se non ha mai svelato il suo vero nome.

    “Penso di aver tolto davvero la maschera facendomi chiamare Barbascura. Ho l’impressione di poter fare e dire qualsiasi cosa senza dover rendere conto a nessuno.”

    Del tipo?

    “Quando ho iniziato a fare video lavoravo come chimico in un laboratorio ad Amsterdam e mi faceva comodo che i colleghi e le persone che leggevano i miei articoli non sapessero che nel frattempo facevo lo scemo sui social.”

    Cosa temeva?

    “Il mio capo non avrebbe sicuramente apprezzato, mi avrebbe messo davanti a una scelta. Per qualcuno il divertimento è inaccettabile.”

    E nella quotidianità l’anonimato non le crea alcun problema?

    “No anzi, la cosa più bella è che non ricevo chiamate dai call center, non riescono a rintracciarmi. E non ci è riuscito nemmeno un gruppetto di persone con idee molto bizzarre sul Covid che per mesi ha tentato invano di trovare il mio indirizzo di casa. Volevano venire a ‘redarguirmi’ perché non apprezzavano quello che dicevo sulla pandemia. Per un po’ mi sono anche infiltrato tra loro su Twitter, è stato divertente assistere agli sforzi con cui cercavano di scoprire il mio vero nome.”

    L’evoluzione del personaggio

    Il nome d’arte, invece, lo aveva scelto ai suoi esordi su YouTube nel 2014. “Poi con calma lo cambio”, aveva detto. Invece, ha compiuto dieci anni.

    “È come quando a 14 anni crei un indirizzo mail imbarazzante e poi rimane quello per tutta la vita. Barbascura nasce in un periodo in cui i miei coinquilini di Bologna mi davano del pirata per via del mio look e perché mi ero appassionato di storia della pirateria. E ‘Barbanera’ era già stato preso.”

    La vita da pirata dei social

    Com’è la vita di un pirata?

    “Sono un festaiolo, ho trasformato la mia casa in un parco giochi. La mia serata ideale è con una chitarra, un po’ di amici, una pizza e giochi da tavolo. E poi viaggio un sacco.”

    In quale altra definizione si rivede? Online viene descritto come youtuber, scrittore, stand-up comedian, persino divulgatore punk.

    “Il problema delle definizioni è che cercano di incasellarti, a me invece piace fare tante cose e in modo molto caotico. Però direi satiratore scientifico.”

    Niente a che vedere con lo stile sobrio alla Piero Angela.

    “No e forse ha funzionato proprio per questo. Quando ho iniziato a fare video, i divulgatori si rivolgevano solo ai propri colleghi, c’era questa necessità di darsi un tono. Non esisteva qualcuno che parlasse di scienza come se si stesse rivolgendo a un amico al pub e le persone non immaginavano di potersi divertire imparando cose nuove.”

    Critiche e consensi

    Alcuni nel settore non la apprezzarono. Ricordo che in uno scambio su Twitter Roberto Burioni le disse: “Non discuto con chi ha la cattedra su Youtube”. Lei in risposta lo definì un classista.

    “È stato un battibecco divertente. Mi ricordo che quando uscirono i miei primi video si scatenò un dibattito all’interno della comunità dei divulgatori scientifici italiani, perché non era pensabile scherzare su determinati argomenti. Uno di loro mi disse che non avevo capito come funzionava l’evoluzione perché l’avevo rappresentata attraverso un pupazzetto verde. Ma oggi sono ben voluto nel mondo accademico.”

    La transizione dalla chimica alla comunicazione

    Il lavoro da chimico, però, nel frattempo l’ha lasciato.

    “In parte perché nel 2019 ero tornato in Italia con la prospettiva di rimanere a Roma qualche mese, invece rimasi bloccato per la pandemia e mi innamorai della città. E poi il lavoro in laboratorio era diventato molto stressante. Erano luoghi poco umani ed ero arrivato al punto in cui entravo nel panico all’idea di tornarci. Adesso continuo a fare ricerca e scrivere articoli per l’università.”

    Il successo sui social

    A darle la fama sui social in ogni caso non fu la chimica, ma gli animali. Nel primo video del suo format più noto, “Scienza Brutta”, sosteneva la tesi che i panda dovrebbero estinguersi.

    “È nato per caso, per dare fastidio a una mia collega di dottorato a cui i panda piacevano un sacco. Mi ero messo a studiare tutto di questi animali, cercando dei ganci per demolirli, e involontariamente era nato questo monologo che ripetevo spessissimo agli amici per farli ridere.”

    Quando ha capito che l’idea funzionava?

    “Quando ho pubblicato un video sui cetrioli di mare. Io stesso pensavo ‘ma a chi interessano?’ e invece è andato primo in tendenza su YouTube.”

    Dalla scienza ai teatri

    Poi è passato ai riti di accoppiamento e di recente li ha anche portati a teatro.

    “Sono affascinanti. Soprattutto quelli dei ragni, animali che in genere sono molto sottovalutati e che invece fanno delle cose assurde. I maschi hanno un sacco di strategie di corteggiamento, dalla danza al bondage. Conquistano le femmine anche con i regali, come bozzoli pieni di prede.”

    Quindi uno spettacolo in cui si parla di sesso, persino di escrementi. Il politicamente corretto allora non esiste?

    “In passato ho assistito a esternazioni di cattivo gusto, fatte da comici che si sono poi lamentati della censura del politicamente corretto. In realtà si può parlare veramente di ogni cosa, dipende da come lo fai. La gente deve sapere che stai scherzando.”

    La sfida dei social moderni

    Ma se aprisse il suo canale oggi, avrebbe lo stesso successo?

    “Oggi bisogna un po’ appiattirsi, perché i reel e l’algoritmo privilegiano contenuti brevi e sempre più semplici. La soglia dell’attenzione si è abbassata molto ed è facile diventare una ‘scrollata sul cesso’ fra mille altre.”

    Lei ha paura di diventarlo?

    “Io parto da una posizione avvantaggiata, perché le persone mi conoscono già e posso permettermi di non esplodere con ogni contenuto. Il terrore più grande è piuttosto di deludere chi mi segue, di tradire la loro fiducia. Questa cosa mi crea un po’ di problemi.”

    In che modo?

    “Sto così attento a non dire e fare cazzate che alla fine lavoro e studio anche più del dovuto. Rivedo i miei contenuti mille volte e ormai non parlo quasi più nemmeno delle cose di cui sono sicuro al cento per cento.”

    La crisi climatica

    La crisi climatica le fa paura invece? Nel suo “Saggio erotico sulla fine del mondo” il disastro ambientale si trasforma nel set di una commedia tragicomica.

    “Nel tempo ho sviluppato un certo cinismo. Ogni volta che a livello politico si è sul punto di prendere delle decisioni che aiuterebbero a salvare il pianeta ci sono delle categorie che si oppongono perché viene toccato il loro orticello. Adesso ci troviamo tutti a bordo di un aereo che sta precipitando, circondati da persone che sorseggiano serenamente il loro cocktail mentre altre, i più giovani soprattutto, sono in piedi e urlano, com’è naturale che sia.”

      SEGUICI SU INSTAGRAM @INSTAGRAM.COM/LACITY_MAGAZINE

      Gossip

      Fedez si rifà con i sosia!

      Fedez e la sua nuova fidanzata, la modella francese Garance Authié, e il cane Silvio, continuano a godersi la loro vacanza in Puglia. La coppia, sebbene non abbia mai pubblicato foto insieme sui social, ha condiviso diversi scatti che li ritraggono separatamente nei suggestivi paesaggi pugliesi.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore


        Fedez passa il tempo con Garance sosia di Chiara, e Silvio sosia di Paloma
        Fedez, il suo golden Silvio e la sua nuova fidanzata, la modella francese Garance Authié, stanno trascorrendo alcuni giorni di relax tra masserie, yacht e scorci mozzafiato, documentando la loro vacanza sui social con foto e stories. Ma, sebbene si trovino nello stesso luogo e nello stesso momento, Fedez e Garance non hanno mai pubblicato foto insieme. Entrambi condividono scatti che li ritraggono separatamente, spesso con didascalie simili o con riferimenti geolocalizzati identici.

        Ma alcuni follower non hanno potuto fare a meno di notare alcune somiglianze.
        Garance sosia di Chiara Ferragni?
        La nuova fidanzata di Fedez è stata accostata all’ex moglie, Chiara Ferragni, per via di alcuni tratti somatici simili. Capelli biondi, occhi azzurri e un sorriso magnetico: i paragoni sui social sono inevitabili.
        Silvio sosia di Paloma? Anche il golden di Fedez, Silvio, sembra avere un sosia a quattro zampe: Paloma, il cane di Chiara Ferragni. Entrambi sono golden retriever dal pelo color miele e dall’aria adorabile.

        La modella Garance, il cane Silvio e Fedez in Puglia

        In Puglia anche per l’incontro con Rienzi e per Battiti Live a Molfetta
        Fedez è sbarcato in Puglia accompagnato dal suo inseparabile cane Silvio. Il rapper milanese aveva in programma due importanti appuntamenti: l’incontro a Taranto con Carlo Rienzi, presidente del Codacons. I due hanno annunciato una collaborazione volta a sostenere la comunità di Taranto, ancora alle prese con le conseguenze dell’inquinamento industriale dell’ex Ilva. Fedez ha espresso il suo impegno a sensibilizzare l’opinione pubblica su questa importante tematica e a promuovere iniziative concrete per aiutare la città.
        Poi, Fedez si è esibito sul palco di Battiti Live a Molfetta, la seconda serata della manifestazione musicale che si è svolta in Puglia. Il rapper ha cantato alcuni dei suoi successi più noti, scatenando l’entusiasmo del pubblico.

        L’impegno di Fedez per Taranto
        L’incontro con Carlo Rienzi è stato un’occasione per Fedez per ribadire il suo impegno a favore di Taranto. Il rapper, che in passato aveva già espresso la sua solidarietà alla città, ha dichiarato: “Taranto è una città che ha sofferto troppo. È importante che tutti noi ci impegniamo per aiutarla a risorgere.” La collaborazione con il Codacons prevede diverse iniziative, tra cui la realizzazione di campagne di sensibilizzazione e la raccolta di fondi per sostenere progetti di risanamento ambientale e sociale. Fedez ha anche invitato tutti i suoi fan a fare la loro parte. “Insieme possiamo fare la differenza,” ha detto. “Aiutiamo Taranto a tornare a splendere.”

        Battiti Live, un successo per Fedez
        L’esibizione di Fedez a Battiti Live è stata un vero successo. Il rapper ha cantato alcuni dei suoi brani più famosi, come “Vorrei non doverci pensare”, “Chicca” e “Mille”, facendo scatenare il pubblico. Fedez ha anche avuto modo di duettare con alcuni dei big della musica italiana, come Annalisa e Articolo 31. La sua performance è stata molto apprezzata dai fan, che hanno cantato insieme a lui a squarciagola. La partecipazione di Fedez a Battiti Live è stata un’occasione per il rapper per consolidare la sua popolarità in Puglia. Il rapper ha dimostrato ancora una volta il suo talento e la sua capacità di coinvolgere il pubblico.

          Continua a leggere

          Gossip

          La Ferragni scende in pista!

          Milly Carlucci, conduttrice di Ballando con le Stelle, ha espresso il suo interesse ad avere Chiara Ferragni nel cast del programma e afferma che Chiara Ferragni è un grandissimo personaggio e la presentatrice sta lavorando a tutto campo per averla.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore


            Milly Carlucci lancia l’invito a Chiara Ferragni: «Porte aperte a Ballando con le Stelle»
            La conduttrice Rai Milly Carlucci non nasconde il suo desiderio di avere l’influencer più famosa d’Italia, Chiara Ferragni, tra i concorrenti della prossima edizione di Ballando con le Stelle.

            In un’intervista al Corriere della Sera, Milly ha confermato la giuria del programma, che vedrà il ritorno di volti noti come Ivan Zazzaroni, Fabio Canino, Carolyn Smith, Selvaggia Lucarelli e Guillermo Mariotto. Ma sulla lista dei concorrenti, la conduttrice mantiene il riserbo, lasciando però trapelare un nome che stuzzica la fantasia del pubblico: Chiara Ferragni.

            Chiara Ferragni è un grandissimo personaggio e noi lavoriamo a tutto campo“, ha dichiarato la Carlucci, lasciando aperta la porta a una possibile partecipazione dell’influencer. Un’idea che ha già acceso l’entusiasmo dei fan di Ballando, che sui social invocano a gran voce la presenza di Ferragni sulla pista da ballo.

            Che cosa spinge Milly Carlucci a desiderare Chiara Ferragni nel suo show?
            Sicuramente il suo enorme seguito sui social, che garantirebbe al programma una grande visibilità e un pubblico ancora più ampio. Ma anche la personalità frizzante e determinata di Ferragni, che potrebbe portare una ventata di aria fresca nel cast del programma. Per ora, l’influencer non ha ancora commentato la proposta della Carlucci. Ma l’invito è lanciato, e l’attesa per la risposta di Ferragni cresce di giorno in giorno.

            Ma una cosa è certa, se la Ferragni decidesse di accettare, la sua partecipazione sarebbe un vero e proprio colpo di scena per Ballando con le Stelle. Un’edizione che, con o senza la Ferragni, si preannuncia già ricca di sorprese e colpi di scena.

            Milly Carlucci e la giuria di “Ballando sotto le stelle”

            Anche Selvaggia Lucarelli, opinionista del programma, ha lanciato un appello alla Ferragni per partecipare. Durante una ospitata La Vita in Diretta, ha scherzato: “Milly ce la facciamo ad avere Chiara Ferragni quest’anno a Ballando?”.

            Considerando questi elementi, è certamente plausibile che Chiara Ferragni possa essere tra i concorrenti della prossima edizione di Ballando con le Stelle.La sua partecipazione sarebbe un vero e proprio colpo di scena per il programma e attirerebbe sicuramente un grande pubblico.

            Nel frattempo, si attende l’annuncio ufficiale del cast. L’edizione 2024 del programma è prevista per il prossimo autunno, con la prima puntata che dovrebbe andare in onda a fine settembre.

              Continua a leggere

              Beauty

              Bella Hadid: “Bevo solo acqua sexy”!

              I social sensualizzano anche una pratica comune come bere acqua, trasformandola in qualcosa di più grande della vita. La tendenza “sexy water” ha reso l’idratazione un rito erotico. Il concetto in sé è così seducente come il termine? Poco importa se la ricetta è Bella Hadid.

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                Il lato sensuale del bere acqua

                È interessante notare come i creatori di contenuti possano influenzare e promuovere tendenze legate alla salute, alla consuetudine di necessità umane prendendo spunto da figure di riferimento come Kelly Stranick, con il suo account TikTok ha introdotto il termine sexy water per identificare l’ultima tendenza legata all’idratazione, prendendo spunto dal gesto di bere e trasfomandolo nel senso più sensuale dell’esperienza.

                Il mercato delle “sexy waters”

                Una imprevedibile esplosione di interesse, alimentata anche dalla partecipazione di celebrità come la modella Bella Hadid, ha mostrato anche il suo coinvolgimento nella tendenza del bere sexy acqua. Queste bevande sono degli infusi contenenti erbe, spezie e additivi progettati per supportare il sistema immunitario e ridurre le infiammazioni, detossinando l’organismo. Questa partecipazione delle celebrità ha, dunque, contribuito a promuovere ulteriormente la tendenza delle “sexy waters” e ha dato maggiore visibilità al mercato delle bevande analcoliche funzionali, soprattutto negli Stati Uniti.

                Che differenza c’è tra acqua e acqua sexy

                Le “sexy waters” sono essenzialmente varianti esteticamente accattivanti dell’acqua, progettate per rendere l’atto del bere più invitante e attraente. Sono acque aromatizzate e arricchite con frutta, verdura, tinture madri e altri ingredienti che aggiungono sapore e potenziali benefici per la salute.

                Fare in casa la “sexy water” come Bella Hadid

                Utilizziamo acqua demineralizzata, ingredienti freschi e possibilmente biologici. Puliamo bene la frutta, la verdura e le erbe utilizzate. Aggiungete polveri e ulterio ingredienti personalizzati facendo attenzione agli allergeni contenuti in alcuni frutti.

                Ingredienti per 1 sexy bottle

                1 litro di acqua demineralizzata fredda
                1 limone biologico, tagliato a fette sottili
                1 cetriolo biologico, tagliato a fette sottili
                8-10 foglie di menta fresca
                2 cm di zenzero tagliato a fette
                Cubetti di ghiaccio

                Preparazione

                Prepara tutti gli ingredienti, assicurandoti che siano ben lavati e tagliati, poi versa l’acqua nelle bottiglie che hai scelto di utilizzare, aggiungi le fette di limone, le fette di cetriolo lo zenzero a fettine, strappa le foglie di menta fresca e aggiungile alla miscela. Unisci i cubetti di ghiaccio.

                Mescola delicatamente gli ingredienti e lascia riposare la “Sexy Water” in frigorifero per almeno 1-2 ore, in modo che gli aromi si amalgamino bene con l’acqua. Quando sei pronta, goditi la tua bevanda fresca e aromatica!

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù