Connect with us

Cinema

Sesso in camporella e altri dettagli del Sordi più intimo

Avatar photo

Pubblicato

il

    Gli estimatori di Alberto Sordi (e sono davvero tanti…) avranno di che gioire: è arrivato nei cinema indipendenti e nelle due catene multisale Uci Cinemas e The Space Cinema l’attesissimo docufilm Alberto Sordi secret. Diretto e sceneggiato dal cugino dell’indimenticabile attore, Igor Righetti, tratto dal suo libro Alberto Sordi segreto, che traccia un profilo inedito della vita privata.

    Il libro e il docufilm

    Firmato dal giornalista e conduttore Rai Igor Righetti, pubblicato da Rubbettino editore, giunto all’11ª ristampa. L’opera, lunga 90 minuti, è uscita in occasione dei 104 anni dell’Alberto nazionale ed è stata presentata alla stampa alla Casa del Cinema di Roma.Cinema.

    Tanti spunti inediti

    Nel documentario ogni appassionato può trovare un sacco di spunti e di notizie inedite, su passaggi già conosciuti della biografia di Sordi ma resi ulteriormente intriganti dai dettagli svelati dal cugino. A partire dal suo rapporto conflittuale con il padre (che non voleva facesse l’attore), la sua fascinazione per la nobiltà, la gelosia nei confronti dei suoi oggetti personali, gli amori mai dichiarati. Righetti svela allo spettatore, per la prima volta, l’infanzia e l’adolescenza del cugino famoso, che lo chiamava nipotino. E lo fa attingendo ai tanti ricordi vissuti in prima persona o narrati da suo padre e da suo nonno Primo Righetti in situazioni di vita familiare assieme all’Alberto nazionale. “Li ho raccontati attraverso scene filmiche girate in bianco e nero, ambientate tra il 1920 e la fine del 1930, in costume e con auto d’epoca – dice Righetti – che grazie al cast eccezionale emozioneranno e strapperanno tante risate agli spettatori. Inoltre, vedere Alberto bambino così determinato e disposto a enormi sacrifici pur di poter avverare il suo sogno di diventare l’attore più grande faranno capire tanti aspetti della sua vita personale”.

    Sordi e il sesso da “camporella”

    Molto interessante l’analisi sull’attore e il sesso, considerato in sintesi un peccato. Non poteva portare donne a casa sua, perché c’erano le sue sorelle. E lui, devoto di Maria, aveva sempre molte esitazioni nell’affrontare nuove relazioni. Si innamorò di Silvana Mangano, anche se non diede seguito alla cosa perché era amico di Dino De Laurentiis, il marito della Mangano. E si innamorò di Soraya, l’imperatrice triste”. Come riporta Dagospia, Righetti avrebbe dichiarato al Corriere della Sera: “Vi siete mai chiesti perché Sordi non sia mai stato paparazzato? Perché spesso si appartava con le donne in auto e lo faceva lì, come un ragazzo squattrinato”.

    Una cultura non posseduta ed ostentata attraverso gli oggetti

    Con alcuni aspetti anche piuttosto critici, come l’ostentazione che l’attore faceva della cultura, conscio di non possederla con l’acquisto spasmodico di oggetti di antiquariato, E sorpattutto attraverso una collezione di libri che non aveva mai letto. La sua totale passione per il lavoro, l’amore verso gli animali e il grande atteggiamento selettivo nei contronti delle (rarissime) amicizie. Sordi coltivava anche una passione speciale per le case, prima fra tutte la sua fantastica villa di Castiglioncello.

    Non chiamatelo “Albertone”

    E se lo chiamavi “Albertone” erano guai! Un documentario che lo mette a nudo nel privato, restitendo agli appassionati cinefili ed alla moltitudine di fan un ritratto trasparentemente umano, costituito da pregi e difetti. Come tutti. L’opera prima di Righetti scorre che è un piacere, soddisfando lo spettatore con un ritmo costante, caratterizzato da imperdibili aneddoti e personaggi

    Tante testimonianze famose

    Il docufilm comprende inserti e partecipazioni illustri, come quella del regista Pupi Avati; dell’annunciatrice e presentatrice tv Rosanna Vaudetti. E ancora la nipote di Totò Elena de Curtis; il re dei paparazzi Rino Barillari, Patrizia e Giada de Blanck; Sabrina Sammarini (figlia dell’attrice Anna Longhi) e tanti altri bei nomi che – ognuno a suo modo – hanno contribuito a costruire questo profilo assolutamente non conosciuto di un grade della risata.

    L’infanzia e l’adolescenza ricostruita

    Una parte di mero documentario, alla quale si affianca una ricostruzione dell’infanzia e l’adolescenza di Sordi negli Anni Venti e Trenta, attraverso l’interpretazioni di attori e attrici amati dal grande pubblico come Enzo Salvi, Emanuela Aureli, Maurizio Mattioli, Daniela Giordano, Dado Coletti ed altri: Dice Righetti: “Nella parte filmica mi sono fermato ad Alberto diciassettenne, al suo ritorno a Roma da Milano, perché l’errore più grave che può essere fatto, ed è stato fatto da un altro film che non a caso è stato un flop – è imitarlo, magari mettendo protesi all’attore che lo interpreta per farlo somigliare all’Alberto nazionale. I suoi fan andrebbero su tutte le furie. Di Alberto Sordi ce n’è stato uno solo”.

      Cinema

      Matrimonio segreto per Eddie Murphy che sposa ai Caraibi la compagna Paige Butcher

      Eddie Murphy e Paige Butcher hanno coronato il loro lungo percorso d’amore con un matrimonio segreto ad Anguilla, circondati dall’affetto di familiari e amici intimi. L’attore e la modella australiana hanno scelto un abito elegante per lei e un completo bianco per lui, celebrando così il loro legame iniziato nel 2012. Con due figli insieme e una grande famiglia allargata, il matrimonio sottolinea la gioia e l’impegno di Eddie e Paige verso il loro futuro insieme.

      Avatar photo

      Pubblicato

      il

      Autore

        Eddie Murphy e Paige Butcher hanno finalmente pronunciato il fatidico “sì” sotto il sole di Anguilla, circondati dall’affetto di amici e parenti, secondo quanto riportato da People. L’attore e la modella australiana hanno celebrato il loro matrimonio con grande eleganza: Paige ha incantato con un abito dal corpetto di pizzo firmato Mira Zwillinger, mentre Murphy ha indossato un impeccabile completo bianco Brioni.

        Questo segna il secondo matrimonio per Eddie Murphy e il primo per Paige Butcher, il culmine di una storia d’amore che ha avuto inizio nel lontano 2012. La coppia, che ha due adorabili figli insieme – Izzy Oona, 8 anni, e Max Charles, 5 anni – ha recentemente condiviso un momento speciale sul red carpet di Los Angeles per la première del film “Beverly Hills Cop: Axel F”, organizzato da Netflix.

        All’evento, Eddie e Paige hanno condiviso la gioia con le figlie di Murphy, Bria (34 anni), Shayne Audra (29 anni) e Bella Zahra (22 anni), nate dalla sua precedente unione con l’ex moglie Nicole. Con un totale di 10 figli, Eddie Murphy ha costruito una grande famiglia, inclusa Angel Iris (17 anni), frutto della sua relazione con la star delle Spice Girls Mel B.

        Questo matrimonio sottolinea non solo l’impegno di Eddie e Paige verso un futuro insieme, ma anche il legame forte e unificante della loro famiglia allargata, simboleggiato dal loro amore duraturo e dalla felicità che condividono con chi gli è più vicino.

          Continua a leggere

          Cinema

          Terence Hill annuncia: stiamo lavorando al nuovo film di Trinità!

          Con l’annuncio del nuovo film su Trinità, Terence Hill ha sicuramente suscitato l’entusiasmo dei suoi fan, promettendo di riportare in vita uno dei personaggi più amati della storia del cinema western, con tutto il suo stile e la sua ironia che hanno fatto la fortuna dei film precedenti.

          Avatar photo

          Pubblicato

          il

          Autore

            Terence Hill, l’iconico attore noto per il ruolo di Trinità nei celebri spaghetti western, ha recentemente annunciato il ritorno del personaggio sul grande schermo. A 85 anni compiuti lo scorso marzo, Hill ha confermato l’imminente produzione di un nuovo film su Trinità, a 54 anni di distanza dall’uscita del film originale “Lo chiamavano Trinità…”. L’attore ha rivelato l’anticipazione durante l’inaugurazione della nuova piscina comunale intitolata al suo grande amico e collega Carlo Pedersoli, noto come Bud Spencer.

            L’evento si è svolto ad Amelia, città umbra particolarmente significativa per Hill, il cui padre era originario di quella zona. Lì, Hill è stato calorosamente accolto dai suoi fan di tutte le età, molti dei quali indossavano magliette dei suoi film più celebri.

            “Sono molto contento per l’intitolazione al mio carissimo amico Bud – ha detto Hill – e di essere in Umbria, con tutta questa gente molto gentile. Mio papà era di Amelia – ha ricordato – e mi ha detto tutte le cose belle di Amelia, a cui sono molto affezionato”.

            Poi ha confessato: “Stiamo cercando di scrivere un nuovo film e grazie al vostro desiderio di vedere un western bello e divertente ci riusciremo! Non è facile, ma spero che il vostro desiderio ci aiuti”, aveva già detto l’attore lo scorso anno al festival SpencerHill con suo figlio Jess, fianco a fianco a quella che è la sua seconda famiglia, la moglie di Bud, Maria, e i figli Giuseppe e Cristiana Pedersoli, con accanto lo stuntman che con lui ha lavorato sul set di dodici film, Ottaviano dell’Acqua.

            “Quando vedete delle belle scazzottate, sappiate che le organizza lui, il mio amico”, ha ricordato.

              Continua a leggere

              Cinema

              Per l’attore Kevin Bacon il quotidiano fa schifo!

              Avatar photo

              Pubblicato

              il

              Autore

                Che si sia sentito annoiato dalla sua condizione di arista ricco e famoso? Fatto sta che Kevin Bacon, l’indimenticabile protagonista di Footloose, ha voluto provare per un giorno a fare la parte del comune mortale sconosciuto. Peccato che, dopo poche ore di totale anonimato, si è accorto che una vita così (la nostra…) ‘fa schifo’. Lo ha dichiarato in un’intervista al popolare settimanale Vanity Fair. Nell’articolo, intitolato, Kevin Bacon ha passato un giorno da persona comune, il 65enne ha detto che, prima dell’esperimento, sognava spesso a occhi aperti di camminare per strada senza essere riconosciuto.

                Trucco e parrucco… da non usare in scena

                Per provarci davvero, è ricorso all’aiuto di un professionista e, dopo una seduta di trucco, in pratica sembrava davvero un’altra persona. Spiegando che: “Un cappello e un paio di occhiali funzionano fino ad un certo punto. Mi sono rivolto quindi ad un make up artist e gli ho chiesto di farmi un trucco prostetico”. Con tanto di dentatura falsa e un naso dalla forma differente, Bacon ha voluto testare il tutto recandosi presso un centro commerciale di Los Angeles, come al solito affollato di persona.

                In fila per il caffè e nessun fan osannante

                Dapprima il godimento è stato concreto: “Nessuno mi ha riconosciuto. Ad un certo punto, però, ho cominciato a provare una strana sensazione, quella di essere invisibile. Le persone mi spingevano, mi passavano davanti. Nessuno mi diceva, ti adoro. Ho dovuto fare la file per comprare un ca**o di caffe’. Mi sono detto, ‘questo fa schifo, torno ad essere famoso”.

                La morale della questione

                Questo episodio, per certi versi divertente, insegna un grande valore. Ovvero quello di apprezzare quello che si possiede, senza diventare matti a cambiare radicalmente il proprio orizzonte. Che, nel caso di Bacon, sicuramente contemplerà certamente qualche fastidioso ammiratore un po’ invadente… ma sicuramente gli garantirà di essere servito per primo al bar!

                Qualcosa sulla sua vita privata

                Sul set del film Lemon Sky ha incontrato l’attrice Kyra Sedgwick, con la quale si è sposato il 4 settembre 1988. La coppia vive nell’Upper West Side a Manhattan, coi loro due figli: Travis Bacon nato il 23 giugno 1989 e Sosie Ruth Bacon (15 marzo 1992).

                  Continua a leggere
                  Advertisement

                  Ultime notizie

                  Lacitymag.it - Tutti i colori della cronaca | DIEMMECOM® Società Editoriale Srl P. IVA 01737800795 R.O.C. 4049 – Reg. Trib MI n.61 del 17.04.2024 | Direttore responsabile: Luca Arnaù